Matteo Torretta

Intervista enogastronomica liberamente ispirata al gioco di Proust con i migliori talenti della cucina.. stellati e in erba

di Anna Battaini

Pubblicato giovedì, 21 ottobre 2010

Rating: 4.1 Voti: 12
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Foto Pasquale Bizzarri Courtesy of Ufficio Stampa Savini
Qual è il tuo primo ricordo legato al cibo?
La pizza che mi faceva in casa mia nonna.

Qual è la caratteristica principale del tuo carattere?
La calma, anche se in cucina sono un po' come il diavolo e l'acqua santa, alterno momenti di calma a momenti dove viene fuori il meglio di me.

Qual è l'ingrediente che usi di più in cucina?
Il brodo.

E quello che cerchi di usare il meno possibile?
Tutto ciò che ha a che fare con le spume, cose strane.

Quando non cucini qual è la tua attività preferita?
Faccio l'amore.

Se potessi riportare in vita uno chef scomparso e farti regalare una ricetta, chi sceglieresti?
Sceglierei Pellegrino Artusi perchè è stato il primo chef italiano a dare una svolta alla cucina.

Qual è il tuo motto?
Un motto non ce l'ho ma dico sempre che se in prima persona non si ha rispetto per se stessi poi non si può avere rispetto per il cliente.

Quale consideri il tuo più grosso successo?
Riuscire a conciliare la mia vita privata con il mio lavoro.

Il momento più felice della tua vita?
Tre giorni fa, quando mi sono fatto tatuare un tribale sulla spalla.

Per quale personaggio storico avresti voluto cucinare?
Moana Pozzi.

A quale avresti volentieri aggiunto un pizzico di veleno nel piatto?
No, non porto rancore per nessuno.

La tua più grossa stravaganza?
La notte, perchè a me la notte mi confonde

La cucina è una forma d'arte, parlando di altre forme d'arte, chi è il tuo pittore favorito?
Kandinsky, perchè nel disordine riesce a rendere l'ordine naturale delle cose.

E il compositore?
Il mio cantautore preferito è Vasco Rossi, sono cresciuto con le sue canzoni e vado a tutti i concerti. A prescindere dal lavoro quando c'è un concerto di Vasco io vado.

L'ultimo libro che hai letto?
Soul Kitchen, che secondo me è geniale.

Quale tema musicale potrebbe essere la colonna sonora della tua vita?
Vita Spericolata di Vasco.

Le donne passano ore e ore in cucina nell'arco della loro vita, eppure gli chef più famosi del mondo sono da sempre quasi tutti uomini. Sai dirmi perché?
Io credo una cosa, l'eleganza e la delicatezza che ha una donna sono irraggiungibili, ma la sensibilità che ha un uomo la donna non potrà mai averla.

Hai mai usato la cucina per sedurre?
Dico si e dico no allo stesso tempo. Nel senso che la uso parecchio ma molte volte non c'è neanche bisogno di arrivare in cucina.. concludiamo sempre prima.

Ha funzionato?
Si, si.. han sempre richiamato, quindi vuol dire che l'ho fatto bene.

Regaleresti una ricetta alle donne rosa shokking?
Sicuramente. La Capasanta con Scampo e gelatina di Crodino
Tag:  Matteo Torretta, Ristorante Savini, chef, Capasanta con scampo e gelatina di Crodino, Vasco Rossi

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni