Mia madre di Nanni Moretti

Film intimo e personale per un regista che ha smesso di protestare e ha aperto ai sentimenti

di Andrea Tonetti

Pubblicato giovedì, 14 maggio 2015

Rating: 5.0 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Margherita, senza cognome, è una regista cinematografica che sta attraversando un periodo difficile.

Sentimentalmente è un disastro, la figlia non le parla mai di lei, sua madre è malata e un attore italoamericano la sta facendo impazzire.

La malattia della madre, che assiste quando può con il fratello, inizialmente la coinvolge di sponda, ma quando all'anziana donna viene diagnosticato un problema cardiaco senza soluzione, Margherita inizia a rendersi conto di ciò che ha perso, del mancato rapporto con lei e del dolore che prova al pensiero di perderla. Soprattutto cerca di nascondersi nella non accettazione di quanto succederà.

Barcamenandosi tra la figlia, l'ex marito, il fratello e il film di protesta che sta girando, arriverà al traguardo facendo il suo dovere di madre, figlia, sorella e regista. Manca l'amore? Ma per quello c'è sempre spazio.

Mia madre di Nanni Moretti giunge nelle sale ad alcuni anni di distanza dalla morte della mamma del regista. E' un film intimo e personale che, nel vano tentativo di non renderlo tale, Moretti fa interpretare a Margherita Buy, il suo alter ego in gonnella.

La Buy per un ruolo come questo è perfetta: occhiaie da panda, sempre persa nel suo malessere, troppo posata per essere credibile e perennemente depressa.

La Buy dice e fa come attrice ciò che direbbe e farebbe Moretti come uomo, tanto che chi conosce il regista, i suoi primi lavori e le sue nevrosi non farà fatica a riconoscerlo.

Nanni Moretti si ritaglia il ruolo del fratello Giovanni, più rassegnato, cinico ma anche buono.

La mamma, interpretata da una splendida Giulia Lazzarini, diventa un po' la mamma anziana di tutti gli spettatori.

Di ottimo livello anche la giovane Beatrice Mancini che interpreta la figlia-nipote, nel cui pianto c'è forse ancora la bella innocenza di sapersi arrabbiare per la morte di una persona cara e viverla come un'ingiustizia.

Indimenticabile John Turturro che parla in italiano.

Un ottimo film, come quasi tutti quelli del regista romano, che consiglio a tutti perché parla a tutti e a tutti farà bene, in continuo equilibrio tra un sorriso e una lacrima.


MIA MADRE
di Nanni Moretti

Cast: Margherita Buy, John Turturro, Giulia Lazzarini, Nanni Moretti, Beatrice Mancini.
Genere: Drammatico
Durata: 106 min
Uscito nelle sale: giovedì 16 aprile 2015

Tag:  Mia madre, Nanni Moretti, Margherita Buy, John Turturro, Giulia Lazzarini, Nanni Moretti, Beatrice Mancini

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni