“Consolle Rosashokking” con Electric Barbarella dj

Ogni sua serata è uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie. Ecco una dj che sa cospangere di "glitter" rosashokking le serate milanesi

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Electric Barbarella dj
Electric Barbarella vive a Milano dove è dj resident al Rocket ogni venerdì. Barbarella suona anche in varie one night e in feste private, soprattutto in occasione di showroom durante la "Milano Fashion Week".
Il genere musicale che suona in consolle si chiama 'cabrio pop', un mix di happy music che spazia dallo ‘ye ye’ dei sixties, passando dal rock inglese all'electropop, rigorosamente con voci femminili, e alla musica italiana ‘80 e ‘90. Stare in consolle è per lei come sentirsi a casa propria. Il suo portafortuna nelle serate: un ciondolo di Snoopy e una t-shirt con Dylan del telefilm Beverly Hills 90210.

Karin vs Electric Barbarella dj

Karin: Ciao Barbarella, raccontaci come è iniziato il tuo percorso da dj
Barbarella: In realtà non avevo mai pensato potesse diventare un 'lavoro'. Un'estate chiesi se potevo portare qualche cd e mettere un po’ di musica all'Atomic (Milano). Poi la stagione successiva mi chiamarono per i martedì sera in coppia con dj Margot. Era la prima esperienza per entrambe e ricordo ancora che passavo tutta la settimana per negozi a scegliere e ascoltare e riascoltare le canzoni da mettere. Poi non ho più smesso. E comunque, da che ero piccola, ho sempre ascoltato musica, dalle canzoni dei cartoni animati, che mi mettevo a cantare ad un pubblico fatto di barbie e peluche, agli anni del liceo, dove non c'era nulla da fare e avevo sempre le cuffiette alle orecchie con Tori Amos, i Cure, Carmen Consoli, i Pulp e gli Suede, che sono i miei migliori amici di sempre..

K: Qual è il tuo rapporto con il viaggio?
B: Adoro Parigi per le infinite passeggiate, i giardini stupendi e i macarons au chocolat! E Londra, perché puoi trovare club e live a ruota continua ogni giorno della settimana e fare un sacco di shopping.. Non amo i paesi caldi, il sole, il mare.. D'estate mi piace stare in montagna e andare per boschi a raccogliere le more!

K: Chi è il tuo "guru" in consolle?
B: Chiunque riesca a farmi ballare, oppure cantare, ridere e piangere, saltare, o semplicemente che mi faccia incuriosire pensando al prossimo disco che metterà. Mi vengono in mente dj 412, Nicola Guiducci, Romy&Michelle, Girlfrommars, Dorian&Susy.

K: Quale tuo dj set non dimenticherai mai e perchè?
B: Ogni serata è uguale e diversa per infinite e casuali variabili, ogni volta che 'gioco' con le mie canzoncine mi piace infinitamente!

K: Quella della dj donna è una figura oggi molto richiesta. Cosa ne pensi delle tue colleghe donne e più in generale dello scenario femminile in consolle?
B: Non ho particolari opinioni sulle donne dj. Poco importa che sia uomo o donna la persona che sa emozionarmi quando è in consolle.

K: Quale dj set ti ha emozionato ultimamente?
B: L'ultima serata del London Loves con Susy e Dorian: ho praticamente saltato, ballato e gridato per quattro ore!

K: Cosa accade quando ci sono due donne dj in consolle? Come la vivi?
B: La prima esperienza è stata con dj Margot (foto a destra insieme a Barbarella) con cui abbiamo condiviso due anni di consolle all'Atomic e con cui ogni tanto mi capita ancora di “duettare” in consolle. Ho sempre ammirato e ‘invidiato' la sua tranquillità e sicurezza nello scegliere canzoni una dopo l'altra sempre perfette e senza il minimo dubbio, quando io, tutt'ora, vado in panico perché mi dimentico in quale cd c'è la canzone che voglio mettere! E poi c'è dj Girl From Mars con cui sto lavorando al Rocket per gli after show delle varie band in tour a Milano e per gli eventi mondani. Lei ha una selezione musicale assolutamente deliziosa di twee-pop, indie e canzoncine r'n'r che solo lei sa dove trovare!

K: Il tuo look in consolle è sempre eccentrico e ricercato. Lo segui tu o hai un personal stylist?
B: Il giocare con gli abiti è sempre stato un altro dei miei passatempi fin da bimba. Facevo gli abitini per le mie barbie e poi ho iniziato a farli per me. Scelgo i miei look in base all'umore e al tipo di serata in cui mi trovo. Quando metto musica è un mezzo in più per divertire e coinvolgere le persone che sono lì con me! E poi per ogni dubbio consulto Fabrizio Ferini e Alex Vaccani che risolvono ogni emergenza: per esempio mi sono fatta realizzare la parrucca come quella di Lady Gaga, oppure chiedo consigli del tipo 'Secondo te per l'intervista è meglio l'abito guepiere blu elettrico oppure quello maculato a sirena?'. E loro prontamente mi consigliano per ogni occasione: 'La french manicure è out, solo smalto rosso mela, rosa shocking oppure laque noir, abbinato rigorosamente al rossetto'.

K: Quanto "rosa" c'è nel tuo quotidiano?
B: Ci sono i miei peluche Jeans Paul, Jeans Michel e Sheila (fenicottero, fenicottero, barboncina!). Poi in questi giorni, appena sveglia, ascolto il nuovo album di 'She&Him': lo intendo parte del mio mondo rosa perchè la cantante del duo è l’attrice Zooey Deschane e le sue canzoni ammiccano alle sonorità degli anni 50’ e 60’s. E’ un album che sa rendere la mia giornata più “rosa”!

K: Hai prodotto una linea di gioielli “Electric Barbarella jewel”: come l'hai realizzata?
B: E’ una serie di sette ciondoli giganti in argento di cui il mio Snoopy è stato il primo. L'idea è nata perché non sapevo cosa regalare a Natale ai miei amichetti del Glitter e così mi è venuto in mente di creare questa linea di ciondoli fatti su commissione. Oltre a Snoopy e al classico teschio, c'era pure una bocca, una farfalla, un coniglietto, le faccine di Marylin e Elvis! Tutti grandissimi!

K: Sei una delle menti della serata Glitter. Ce ne parli?
B: Impossibile spiegare cosa sia il Glitter a qualcuno che non ci è mai stato. Lo hanno descritto come una dimensione disco-cabaret, una formula lanciata in Italia proprio dallo staff del Glitter, con le sue 'glitz girlz', ragazze giovanissime e disinibite che affrontano il palcoscenico e il pubblico (principalmente gay) con intelligenza ed ironia e una buona dose di cattivo gusto (alla John Water per intenderci). Ogni sabato una carrellata di citazioni improbabili si riversano negli outfit degli avventori di questo club e negli spettacolini che spezzano la serata.

K: Puoi consigliarci 10 brani da mettere nell'ipod? Rosashokking naturalmente!
B: Certo! Ragazze della Consolle Rosa Shokking ecco la tracklist per il vostro i-pod, buona estate!


Blondie "Denis" (1977 - pop)
Alizée “Mademoiselle Juliette” (2007 - frenchpop)
Stereo Total “I love you Oh no!” (1999 - pop)
Soho Dolls “I'm not cool” (2008 – electro/pop)
The Long Blondes “Weekend Without Makeup“ (2007 - indie)
Mecano “No controles” (80's pop)
Il Genio “Tahiti” (2010 - vintage pop)
Supremes “Baby Love” (50's r'n'roll)
Vanessa Paradis “Divine Idylle” (2007 pop)
Zerozen “Lucidalabbra” (2000 electro pop)



Link di Electric Barbarella:
www.myspace.com/ladybarbarella

http://www.youtube.com/watch?v=NPfoAfucmt4


Su FACEBOOK la trovate come Barbarella Psychedella
Tag:  Barbarella dj, Milano, Glitter, Dj donna, cabrio pop

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni