Consolle Rosa Shokking con Monika Kruse dj

Questa settimana la nostra rubrica si fa internazionale e ci porta a respirare l'atmosfera innovativa e stimolante di Berlino, insieme ad una dj straordinaria che ha fatto del suo profondo amore per la musica anche un modo per aiutare le vittime di varie forme di violenza

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Monika Kruse
Monika Kruse è nata a Berlino, cresciuta a Monaco e oggi è tornata a vivere nella capitale tedesca. In consolle predilige il genere techno, funky, house, fino al minimal. Suona principalmente al Panoramabar/Berghain di Berlino e al Fuse di Bruxelles.
Quando è in consolle dice di essere molto concentrata e felice e il suo portafortuna è lo Champagne! Il suo film preferito è “Essere John Malchovich”. I suoi hobbies sono gli sport come il jogging e lo yoga. Ama la lettura, il buon cibo e stare con gli amici.
 
Karin vs Monika

K: Ciao Monica, quando hai iniziato a fare la dj?
Monika Kruse: Ho iniziato 20 anni fa in un piccolo bar di Monaco, suonando un mix di hip-hop, funk & soul e deephouse. Lo facevo come hobby, perchè amavo la musica, anche se non guadagnavo nulla.
 
K: Secondo te fare la dj è passione più per la musica o per il clubbing?
MK: Credo che per molti dj si tratti di passione per la musica, perchè quando diventano dj o diventano famosi, raramente li vedo ballare, il che è un peccato. Per me sono entrambe le cose e ho tutt’ora bisogno di uscire e ballare.
 
K: All’età di 4 anni hai iniziato a prendere lezioni di piano e hai definito la musica come la tua migliore amica. “Lei” quindi non ti ha mai tradito?
MK: Mai. La musica c'è sempre. La musica non può mentire, la musica è un sostegno per i tuoi sentimenti e con la musica puoi esprimere sinceramente le tue emozioni.
 
K: Qual è stato il primo cd o vinile che hai acquistato?
MK: Oltre ai dischi per bambini, la extended version di "Here comes the rain again" degli Eurythmics.
 
K: Se non fossi diventata dj, cosa pensi avresti fatto nella vita? 
MK: Avrei sicuramente fatto qualcosa di legato alla musica. Da quando ho finito la scuola ho sempre lavorato nel settore musicale.
 
K: Sei anche produttore musicale. Stai lavorando a qualche progetto?
MK: Ho appena pubblicato il mio nuovo singolo "Wavedancer" per la Terminal M. L'anno prossimo inizierò a lavorare al mio nuovo album.
 
K: Nel 2000 hai fondato un’organizzazione benefica, “No Historical Backspin” (Non si torna indietro con la storia). Puoi parlarci di questa tua iniziativa?
MK: Certo, è un progetto contro il razzismo, l'omofobia e la violenza. Io organizzo feste in cui i dj si esibiscono senza compenso e tutto il ricavato della serata va alle organizzazioni che aiutato persone vittime di razzismo o di omofobia. Potete trovare altre notizie su questo sito: www.nobackspin.de
 
K: Come puoi descriverci la scena dj al femminile in Germania?
MK: Ci sono delle fantastiche dj: Ellen Alien, Julietta, Tini, Britta Arnold, Cio' dor, Miss Fitz, Vera e molte altre. Ma la scena non è molto estesa.
 
K: Quali sono le caratteristiche che per te deve avere una consolle?
MK: Per me è importante essere vicina alla gente. Quindi la consolle non deve essere troppo lontana dal pubblico. Ho bisogno di spazio per mettere i mie cd e dischi. E la cabina deve avere dei buoni monitor. Non mi serve altro.
 
K: Come sono le clubber in Germania?
MK: Dico sempre che è importante far ballare le ragazze. Loro hanno l'anima e quando ballano, gli uomini arrivano sempre!!
 
K: Il nostro portale è dedicato al mondo femminile. C’è un consiglio che vorresti dare alle ragazze che desiderano avvicinarsi alla consolle?
MK: Non arrendetevi. Cercate il vostro stile. Siate voi stesse, sincere e oneste.
 
K: Solitamente dove fai shopping?
MK: Per i dischi, naturalmente vado a Berlino, da Rotation o Hardwax. Oppure li ordino da Decks Records. Anche per i vestiti Berlino è fantastica, ma spesso non ho tempo...
 
K: Come passerai le feste di Natale?
MK:Andrò a trovare i miei genitori a Monaco. Poi, il 25, suonerò in un club a Landau.

K: Puoi consigliarci 10 canzoni da mettere nell’I-pod?
MK: Certo, è la classifica che potete trovare anche nel mio sito, tra l’altro sono brani che ascolto mentre faccio jogging! Buon ascolto amiche di Rosa Shokking!
 
Andhim  “Like a wirsing” (2010 – elettronica) 
Einzelkind & Christian Burkhard “Maschine” (2010 – tech house)
Monika Kruse “Wave Dancer” (2010 – minimal house/elettronica)
Gary Beck “Yes!” (2010 - minimal/techno)
Simon Baker "Too Slow" Radio Slave rmx (2010 – electro/techno)
Federleicht "On the Streets" Kollektiv turmstrasse rmx (2010 – tech house/minimal)
Dirty Doering "I would" Meinhardt rmx (2010 – minimal/tech house)
Kaiserdisco "Simplistix" (2010 – tech/house)
Dapayk Solo "Futu" (2010 – techno/house)
David Labeij & Onno "Still Stalking" (2010 – tech house)
 
 
Monika Kruse nel web
http://www.monikakruse.com/
http://www.youtube.com/watch?v=ezy7Qe68hPk
http://www.youtube.com/watch?v=Z6jiH6cJj9I&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=LWVZKjGDIJ0&feature=fvw
http://www.youtube.com/watch?v=S8cDIv7lya4&feature=related
 
Tag:  Monika Kruse, Berlino, techno, house, minimal, dj donna, No Historical Backspin

Commenti

09-09-2011 - 15:30:28 - anonimo
è bellissima e bravissima numero ( 1 )
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni