Anna sta mentendo di Federico Baccomo

E se attraverso una App potessimo sapere quando le persone ci raccontano bugie?

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Giunti Editore
Riccardo Merisio ha passato un brutto periodo. Dopo la rottura con l’ormai ex fidanzata Maddalena e la perdita del padre per una malattia, eccolo finalmente ritrovare la serenità grazie a un lavoro stimolante e ad Anna, una collega con la quale ha da poco instaurato una relazione.

Tutto sembra andare per il verso giusto fino a quando, una sera, mentre scrive messaggi ad Anna via Whatsapp, si imbatte nell’invito a scaricare una nuova applicazione, WhatsTrue. Sulle prime cerca di annullare la richiesta ma, spinto dall’urgenza di rispondere ad Anna e dall’impossibilità di capire come sbarazzarsi di quella fastidiosa finestra che lo ha interrotto, la scarica e scopre che questa ha preso il sopravvento, soppiantando la vecchia versione di Whatsapp. L’unica apparente differenza è lo sfondo rosso e qualche disegnino ambiguo. Per il resto nulla sembra essere variato. Almeno fino a quando non nota qualcosa di strano. Il classico “Anna sta scrivendo…” viene sostituito, in alcuni messaggi, da “Anna sta mentendo…”. Che sia lo strano scherzo di qualche ragazzino che si è inventato questa App e che magari gli sta risucchiando il conto del cellulare? Oppure una trovata pubblicitaria? E se fosse invece un sistema realmente efficace per svelare le bugie di chi gli sta scrivendo?

Riccardo, seppure all’inizio sia diffidente, piano piano inizia a credere veramente a ciò che WhatsTrue gli dice… e cioè che la gente molto spesso mente. Chi ingenuamente, chi per non ferire i suoi sentimenti… ma anche chi invece lo fa “truffandolo”. Ben presto lui diventa succube di questa nuova App che dà credito alle sue paranoie e lo trascina in un gioco perverso dove i confini tra verità e menzogna ben presto si confondono.

Un romanzo intrigante che è un sano mix tra “The Truman Show” e “1984” di George Orwell e dove l’autore ci svela come l'esistenza di ognuno si trasformerebbe se si avesse la possibilità di sapere quando le persone ci mentono. È impossibile non immedesimarsi nel protagonista, alle prese con delle circostanze tanto paradossali quanto probabili, in un’epoca in cui la tecnologia viaggia alla velocità della luce.

Un romanzo introspettivo che coinvolge e attrae con la sua semplicità comunicativa ma allo stesso tempo con un tema importante e complesso. 


19 aprile 2017, Giunti
pag. 288
prezzo di copertina €17
Tag:  Anna sta mentendo, Federico Baccomo, Giunti, mentire, Whatsup, WhatsTrue, verità, misteri, 1984, Gerorge Orwell

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni