Finalmente ci sei di Tijan

Ecco il secondo attesissimo romanzo della serie young adult Fallen Crest Hight

di Silvia Menini

Pubblicato martedi, 12 dicembre 2017

Rating: 5.0 Voti: 1
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Garzanti
Samantha è andata a vivere con la madre nella villa del patrigno, nonché padre di Mason e Logan. Mason… che con quei suoi occhi magnetici l’ha stregata e tra le cui braccia si sente protetta e amata come mai nella vita. Il fatto di vivere sotto lo stesso tetto non potrebbe renderla più felice, tranne per il fatto che questa situazione provoca non pochi problemi a causa della madre che sembra non accettare questa nuova sistemazione e che vorrebbe allontanarla da Mason  ad ogni costo.

Se Mason è capace di soprassedere di fronte alle ripicche e minacce della madre, Sam non riesce a fare finta di nulla, assediata dai ricordi e dalla sofferenza che da sempre le provoca il rapporto con la madre. Sarà proprio il riaffiorare di un terribile segreto dal suo passato a costringerla a fare i conti con lei e a dover trovare la forza di reagire per poter costruire il suo futuro insieme al suo amato Mason.

Finalmente ci sei è il secondo romanzo della serie young adult / new adult Fallen Crest Hight iniziata con Finalmente Noi.

Con questo romanzo l’autrice ci reimmerge nuovamente nelle vite di Sam, Mason e Logan con le loro feste, litigi e situazioni familiari. La storia scorre via veloce ed è impossibile non ritrovarsi a fare il tifo per Sam e Mason che, nonostante tutte le difficoltà, sono più uniti e innamorati che mai. 


2 novembre 2017, Garzanti
pp. 256
Prezzo di copertina €16,90
Tag:  Finalmente ci sei, Tijan, Garzanti, Finalmente Noi, Mason, Sam, Logan

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni