Gli affetti collaterali di Eliselle e Francesca Scotti

Su MRS Eliselle e Francesca Scotti - con i loro racconti "Il vento dell'est" e "La persona giusta" - si sono prestate per un'intervista "a due" in cui hanno svelato qualche curiosità sulla raccolta, sul Rocco di loro invenzione e sui progetti che le vedranno coinvolte nel prossimo futuro

di Carlotta Pistone

Pubblicato mercoledì, 23 maggio 2012

Rating: 3.9 Voti: 7
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Pendragon
Quando vi hanno proposto di far parte delle autrici di Affetti Collaterali, quale è stato il vostro primo pensiero sul progetto?
Franesca: Ho pensato che avrei avuto l’occasione per scrivere un nuovo racconto e per leggerne altri. Divertente!
Eliselle: Un progetto interessante: avevo già partecipato a parecchie antologie, prima di questa, ma l’ho trovata una tematica molto attuale e originale.
 
Andando subito al sodo, parlateci del vostro Rocco e dell’annuncio che avete deciso di fargli scrivere.
F: 
Ho scelto un annuncio in cui si parla della solitudine e di un vuoto da colmare. E nel mio racconto c’è sia la solitudine di Rocco messa in qualche modo alla prova. Mi sono chiesta: cosa è disposto ad accettare Rocco pur di non essere solo?
E: Io ho scelto un annuncio che cerca “belle e romantiche straniere”. In particolare, russe.
 
Chi è, invece, la “lei” che gli ha risposto?
F:
 Lei è una donna altrettanto sola, con un gatto con cui parla e condivide la quotidianità e con un passato poco rassicurante. Ma per quanto riguarda le sue stranezze, non posso svelare nulla!
E: Una giornalista sotto copertura...
 

Eliselle - Il vento dell'est
C’è qualche spunto personale nel vostro racconto o vi siete fatte trasportare dalla fantasia?
F: 
Solo fantasia per quanto riguarda i fatti. Nelle ambientazioni, invece, e nel parlare di cibo ci sono sicuramente luoghi ed esperienze a me vicine.
E: Pura fantasia, ma la sostanza è tutta reale: a Rocco piace divertirsi, e lo fa nel modo più subdolo, facendo innamorare le sue prede per poi lasciarle. Un modo di “amare” narcisistico, molto maschile.
 

Francesca Scotti - La persona giusta
Hai mai risposto, o – se incuriosite – rispondereste mai all’annuncio di un uomo in cerca dell’anima gemella?
F: 
Non ho mai risposto né pubblicato annunci per cercare l’anima gemella. Però sono dinamiche che mi incuriosiscono. Da qualche tempo vivo in Giappone e mi piacerebbe scoprire cosa riserva il mercato degli annunci sentimentali da questa parte del mondo, quali sono le richieste, le esigenze, i sogni. Se lo faccio ti aggiorno!
E: No, non credo in questi sistemi. Se l’amore dovesse mai presentarsi, è perché capita per caso, non perché lo cerchi.
 
Parlando un po’ di voi, in qualità di giovani scrittrici, avete progetti in cantiere per il prossimo futuro?
F: 
Per fare eco al titolo del mio primo libro, Qualcosa di simile, che è una raccolta di racconti, ti dico che in cantiere ho "qualcosa di giapponese" e "qualcosa di lungo": spero che vedano presto la luce. Dita incrociate!
E: Sto scrivendo un noir, al momento. E ho un romanzo finito in attesa di uscita, vedrò se in libreria o direttamente on-line.
 
Tre caratteristiche fondamentali che deve possedere il vostro uomo ideale e tre difetti tipici dell’uomo che non vorreste mai al vostro fianco.
F: 
Mi piacciono gli uomini acuti, complessi, coraggiosi.
Al mio fianco non vorrei mai uno di quelli che incarnano perfettamente il trittico profumo stordente-suoneria disco music–parlata collosa come brillantina; quelli che sono artisti solo loro e che per non dimenticarsene vanno in giro con schizzi di pittura ovunque, dalle scarpe alle unghie. E infine quelli che indossano il gessato da ergastolano e la cravatta che pare una tovaglia. Ebbene sì, mi sono fermata alle apparenze!
E: L’uomo ideale non esiste. Premesso questo, a me basta che non sia appiccicoso, che sia in grado di darti supporto, e che sia onesto.
 
Ultima domanda… Cattivissima! Cosa pensate l’una del racconto dell’altra?
F: 
E' cattivissimo!!!
E: A me piacciono tutti, ognuno ha la propria particolarità, credo che sia questo che rende la raccolta interessante.


Francesca Scotti. E' nata nel 1981 a Milano, dove si è laurata in giurisprudenza. Si è diplomata in Conservatorio e suona il violoncello. Si interessa di cultura orientale e questa la porta spesso in Giappone. Ha pubblicato per Italic peQuod la raccolta di racconti Qualcosa di simile, Premio Fucini 2011. 

Eliselle. Laureata in storia medievale, lavora come libraia. Ha scritto Laureande sull'orlo di una crisi di nervi (Fabrizio Filios Editore, 2005), Nel paese delle ragazze suicide (Coniglio Editore, 2006) e Ectasy Love (Eumeswil, 2007). Il romanzo storico Francigena - Novellario a.D. 1107 (Fabrizio Filios Editore, 2007). Inoltre, Fidanzato in affitto (Newton Compton, 2010), Le avventure di una Kitty Addicted (Newton Compton, 2010), 101 modi per diventare bella, millionaria e stronza (Newton Compton, 2010) e La fame (Miraviglia Editore, 2011).
Tag:  Affetti Collaterali, AA.VV., Pendragon, Eliselle, Francesca Scotti, racconti, annunci, anima gemella

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni