Gli anni che restano di Brian Freschi e Davide Aurilia

Un uomo alle prese con il momento di pensare agli anni che restano prima che sia troppo tardi per dare una svolta alla propria vita…

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Bao Publishing
Mauro è un uomo di mezza età che si occupa delle pulizie all’interno di un ospedale e convive con una donna che non si stacca mai dal proprio computer. Un giorno viene a sapere della scomparsa di un amico e deve recarsi a Milano per il funerale.

Questo evento smuove i suoi ricordi e ripercorre a ritroso l’amicizia con Antonio, dai giochi d’infanzia alla passione dell’amico per la fotografia, dal periodo universitario alle contestazioni studentesche.

Dopo il funerale, Mauro fa ritorno anche a Bologna dove i due ragazzi avevano frequentato l’università: gli amici che incontra continuano a far riaffiorare ricordi e verrà a galla anche la verità sul modo in cui Antonio aveva trascorso l’ultimo periodo della sua vita, tra indigenza e tossicodipendenza.

Eppure anni prima Mauro aveva pensato che la propria amicizia potesse essere sufficiente a liberare Antonio dai suoi tormenti e dai suoi problemi. I ricordi che riaffiorano fanno male, il dolore della rottura dell’amicizia tra i due è ancora pungente ma Mauro oggi ha imparato che “i ricordi o rispondono alle tue domande o ti spingono a cambiare (…)” e che è il momento di pensare agli anni che restano prima che sia troppo tardi per dare una svolta alla propria vita…

Gli anni che restano” è una graphic novel edita da Bao Publishing che invita a riflettere su ciò che nella vita conta davvero ed è il libro d’esordio del team creativo composto da Brian Freschi e Davide Aurilia.


5 ottobre 2017, Bao Publishing
pp. 140
Prezzo di copertina €17,00
Tag:  Gli anni che restano, Brian Freschi, Davide Aurilia, Bao Publishing, Graphic Novel,

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni