Ho il tuo numero di Sophie Kinsella

Kinsella torna con una divertentissima commedia degli equivoci

di Silvia Menini

Pubblicato martedi, 3 aprile 2012

Rating: 3.6 Voti: 15
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Mondadori
Un libro brioso, frizzante, che mette allegria e spensieratezza. Ho il tuo numero è l’ennesimo successo della già nota scrittrice Kinsella che conferma ancora una volta le sue doti di scrittrice chick lit.
 
Poppy Wyatt è la stravagante ed estrosa protagonista di questo romanzo, che viene a trovarsi in una situazione a dir poco imbarazzante. A soli due giorni dalla cena con i futuri suoceri, infatti, ha perso il prezioso anello di fidanzamento che le ha regalato Magnus, giovane docente universitario e suo futuro marito. Un cimelio di famiglia che vale una fortuna e Poppy non riesce a perdonarsi di averlo lasciato chissà dove in un attimo di distrazione. Ma che fine avrà mai fatto?

La prospettiva. Devo vedere le cose nella giusta prospettiva. Non è un terremoto e neppure la strage di un pazzo armato o una fusione nucleare, no? Nella classifica delle catastrofi, la mia non è poi così tremenda. No, non così tremenda. Un giorno, quando mi ricorderò di questo momento, mi verrà da ridere e penserò: “Che scema sono stata a preoccuparmi!”.

Poppy si mette quindi alla frenetica ricerca del preziosissimo oggetto e tutto sembra andare per il peggio fino al momento in cui il suo inseparabile cellulare non le viene rubato, facendole capire che la sfortuna proprio non ha intenzione d’abbandonarla. Si vede così costretta, per essere rintracciabile in caso di ritrovamento, a “prendere in prestito” il cellulare trovato in un cestino delle immondizie dell’hotel in cui si trovava per l’addio al nubilato. Certamente non può, in un momento di crisi e a pochi giorni dalle nozze, essere irreperibile e poi… non possono certo considerarsi "rubate" le cose gettate nella spazzatura!
 
Entra così in possesso di un telefono aziendale che comincia a suonare, a ricevere messaggi e mail senza interruzione, catapultandola nei panni di assistente ad interim del tanto affascinante quanto insopportabile Sam. Il giusto compromesso, in fondo, per poter tenere il cellulare almeno fino a quando il suo anello non verrà ritrovato.

Decisa a non cedere e a far andare tutto per il verso giusto, Poppy si lascia trascinare dentro la vita di Sam e della sua frenetica routine aziendale, cercando allo stesso tempo di gestire la stizzosa wedding planner, i futuri suoceri, che proprio non nascondono la loro ostilità verso di lei, e l’invidia dell’amica e collega, convinta che Magnus fosse destinato a lei.
 
La sua curiosità la porta però a leggere le mail indirizzate a Sam che arrivano sul cellulare, a causa delle quali finisce per essere coinvolta in un complotto teso a far saltare i vertici dell’azienda per cui l'uomo lavora.

Grazie all'inaspettato subentro di Poppy in questa scomoda situazione, il loro rapporto evolverà pagina dopo pagina, sfociando in una maturazione da parte di entrambi e a uno stravolgimento del loro futuro.

È questo che ti aspetti da un uomo? La perfezione? Vuoi un uomo perfetto? Perché, credimi, non esiste.

Ora so esattamente perché hanno introdotto l’usanza di rimanere separati la notte prima del matrimonio. L’amore, il sesso, la castità e compagnia bella non c’entrano niente. Questa usanza esiste solo per evitare di litigare e di andare all’altare pestando i piedi, inviperite con lo sposo, progettando di spiattellargli in faccia tutte le verità domestiche una volta tolte di mezzo le nozze.
 

Di Sophie Kinsella
2011, Mondadori
pp. 348   19,50 euro
Tag:  Sophie Kinsella, Ho il tuo numero, Mondadori, matrimonio, anello, cellulare, complotto

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni