L’amore è una bugia di Patrizia Violi

Quanta fragilità può nascondersi dietro a un castello di bugie?

di Laura Argelati

Pubblicato venerdì, 28 luglio 2017

Rating: 5.0 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Giunti
Elena è una giovane laureata in lettere che ha un impiego precario che niente ha a che vedere con la sua laurea, visto che lavora in un negozio di elettrodomestici. Non va meglio la sua vita sentimentale: da quando ha rotto con il suo ex storico, la ragazza è rimasta single.

Una sera, imbucata a un evento dove sta spazzolando un finger food dietro l’altro, conosce l’affascinante giornalista Mattia. Lui è il belloccio di turno e nonostante una iniziale antipatia, Elena non resta indifferente al fascino di quest’uomo con un passato da casanova.

Una volta superata l’iniziale diffidenza della ragazza, il legame tra i due si fa subito stretto e sembra andare tutto per il verso giusto finché l’amore giunge al capolinea, perché bugia dopo bugia gli altarini si scoprono e non si può far finta di niente. Omissioni e verità celate possono rendere davvero precario un rapporto umano, anche se all’apparenza tutto sembra andare liscio.

Già, perché che siano piccole o grandi, a fin di bene o ben ponderate, le bugie non fanno mai bene ad un rapporto, di qualunque genere esso sia, e rompono gli equilibri: quelli tra Elena e Mattia, ma anche tra Mattia e Andrea, suo storico amico.

Passando da una vicenda all’altra e da una bugia all’altra, con “L’amore è una bugia” di Patrizia Violi edito da Giunti vi domanderete e soffermerete a riflettere su quanto labile possa essere il confine tra verità e bugia, tra amicizia e invidia, tra paura e coraggio e quante omissioni possano celarsi dietro le persone e i rapporti umani.


Maggio 2017, Giunti
pag. 210
prezzo e-book €4,99
Tag:  L’amore è una bugia, Patrizia Violi, Giunti, Amore, Bugie, Passato

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni