L’ultimo faro di Paola Zannoner

Quale luogo migliore di un faro, per ospitare chi ha smarrito la giusta direzione?

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of De Agostini editore
Un campo estivo per ragazzi problematici sta per prendere il via, in un luogo isolato e magnifico, in prossimità di un vecchio faro.

Tre giovani educatori si occuperanno per alcune settimane di un nutrito e variegato gruppo di adolescenti che affrontano ciascuno un percorso di crescita non proprio facile e lineare: c’è chi ha alle spalle la brutalità di un Paese da cui è fuggito, chi sta affrontando la consapevolezza della propria omosessualità, chi deve superare un grave lutto, chi deve correggere il proprio atteggiamento da bullo, chi lotta contro deficit di attenzione o l’anoressia e chi contro la paura costante della morte.

C’è chi è più propenso al dialogo e all’interazione e chi invece sembra solo essere un singolo collocato controvoglia in una collettività, ma grazie alle attenzioni dei loro educatori, grazie alle difficoltà che accomunano i loro percorsi e le loro storie e grazie anche alla magia del luogo che li ospita i ragazzi scopriranno che grazie al sostegno degli altri è più facile affrontare le difficoltà della vita.

“Ulularono di gioia, si sentirono di far parte di qualcosa, di essere frammenti di un’unica essenza, membri indivisibili di un’unica tribù umana”

E per sconfiggere i propri demoni e compiere un passo avanti sul percorso personale di crescita, quale luogo migliore di un faro, grazie alla sua vocazione di fare da guida a chi non deve smarrire la giusta direzione?

“L’ultimo faro” edito da De Agostini grazie allo stile informale e molto avvincente quello dell’autrice Paola Zannoner, è un romanzo perfetto per i giovani lettori, per riflettere ed immedesimarsi nel mondo dei giovanissimi protagonisti.


Aprile 2017, De Agostini
pag. 368
prezzo di copertina €14.90
Tag:  L’ultimo faro, Paola Zannoner, De Agostini, Adolescenza, Difficoltà, Unione, Sostegno

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni