La fioraia del Giambellino di Rosa Teruzzi

Una nuova avventura per la fioraia investigatrice creata da Rosa Teruzzi

di Laura Argelati

Pubblicato martedi, 11 luglio 2017

Rating: 5.0 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Sonzogno
Nel libro “La fioraia del Giambellino” edito da Sonzogno ritroviamo lo stesso bizzarro trio di protagoniste femminili de “La sposa scomparsa”, precedente romanzo dell’autrice Rosa Teruzzi: la fioraia Libera, sua madre Iole e la figlia poliziotta Vittoria.

In una mattina di agosto, alla boutique di fiori si presenta una ragazza di nome Manuela che chiede a Libera un bouquet, ma non solo: dopo essere venuta a conoscenza del talento investigativo della donna, le chiede anche il suo aiuto per scoprire chi era suo padre che non ha mai conosciuto.

Nonostante i freni posti dalla figlia, la fioraia non si tira indietro di fronte alla richiesta della ragazza e con l’aiuto di sua madre si mette a indagare e scavare nel passato, fino a risalire alla lontana estate del 1975. All’epoca la quindicenne Patrizia -madre di Manuela- fece perdere le proprie tracce tagliando i ponti con chiunque.

Ripercorrendo le vicende e gli spostamenti della famiglia della ragazza ed entrando in possesso di una lettera di quarant’anni prima, anche questa volta la fioraia milanese riuscirà a fare luce sugli eventi e a scoprire la verità, più sordida di quanto potesse immaginare…


Maggio 2017, Sonzogno
pag. 164
prezzo di copertina €14,00
Tag:  La fioraia del Giambellino, Rosa Teruzzi, Sonzogno, Indagini, Passato, La sposa scomparsa

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni