Le pagine che ci legano ogni sera di Laura Rinon Sirera

Posso i libri curare l’animo umano e colmarne le lacune?

di Laura Argelati

Pubblicato mercoledì, 3 ottobre 2018

Rating: 5.0 Voti: 5
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Sperling & Kupfer
Carolina è la proprietaria della libreria madrilena “Jo”, nome ispirato all’eroina di “Piccole donne”. Lei e suo fratello Guillermo sono cresciuti circondati dai libri e soprattutto dall’amore per la lettura e la scrittura, da aneddoti sugli scrittori, da citazioni tratte dai romanzi e annotate sulle piastrelle bianche della cucina di casa.

Ogni ricordo della sua vita è legato ai libri ed è con la letteratura che la quarantenne cerca di curare sua madre, costretta in ospedale in stato di incoscienza a seguito di un incidente in cui il marito ha perso la vita.

Ricorrere ai romanzi che ama e alle sue autrici predilette è il suo modo di aprirsi alla madre, di offrirle quella confidenza e complicità che forse non sono mai riuscite ad instaurare tra loro.

Ci sono anche ricordi poco piacevoli e che portano dolore, ma pagina dopo pagina Carolina avrà modo di guardare anche dentro se stessa.

In un intreccio tra passato e presente, tra storie contenute nei libri e spaccati di realtà, Carolina deve fare i conti con il duro momento che la sua famiglia sta affrontando e forse nelle storie che già conosce potrà trovare il conforto di conoscere il finale, mentre nella sua vita il futuro è decisamente incerto…

“Le pagine che ci legano ogni sera” di Laura Riñón Sirera edito da Sperling & Kupfer è un tributo all’amore: amore per i libri, per la propria famiglia e per le radici che essa ci dona, sostegno in qualsiasi momento della nostra vita inclusi i più bui.


Settembre 2018, Sperling & Kupfer
Pagine 324
Prezzo di copertina €17,90
Tag:  Le pagine che ci legano ogni sera, Laura Riñón Sirera, Sperling & Kupfer, Libri, Letteratura, Amore, Dolore, Famiglia, Ricordi

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni