Morte a Bellagio di Giovanni Cocco e Amneris Magella

Il commissario Stefania Valenti alle prese con la misteriosa morte di una ricca ereditiera

di Laura Argelati

Pubblicato venerdì, 29 giugno 2018

Rating: 5.0 Voti: 7
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Marsilio
Il commissario Stefania Valenti vive e lavora sul Lago di Como, luogo che ama e conosce sin da bambina.

Una mattina di dicembreviene chiamata per recarsi nei pressi di Bellagio, dove una donna ha perso la vita finendo con la sua auto nel lago. La vittima è una ricchissima quarantatreenne, Irene Castelli, e dalle prime analisi la sua auto risulta essere stata oggetto di un sabotaggio.

Nella vita della signora sono tanti gli aspetti dubbi su cui fare luce: il rapporto naufragato con il marito oggi così composto di fronte alla perdita della moglie, lo strano legame con i fratelli, il grosso patrimonio della donna, la presenza costante di un'amica misteriosa che riceveva regolarmente denaro da lei e quella di un custode con un passato da meccanico che avrebbe potuto sapere come danneggiare l'auto della vittima senza lasciare traccia.

Chi può aver avuto intenzione di ucciderla e perché? Con l'arrivo del nuovo anno e l'incedere delle settimane, emergono alcuni nuovi elementi e occorre scavare nel nebuloso passato della famiglia Castelli. Al commissario Valenti spetta lo spinoso compito di trovare soluzione al caso, rendere giustizia a Irene Castelli e al contempo tenere assieme i fili della propria vita privata.

“Morte a Bellagio” edito da Marsilio è scritto a quattro mani da Giovanni Cocco e Amneris Magella, autori della serie che ha come protagonista il commissario Stefania Valenti.


Maggio 2018, Marsilio
pp. 208
Prezzo di copertina €17,00
Tag:  Morte a Bellagio, Giovanni Cocco, Amneris Magella, Marsilio Editore, Lago di Como, Omicidio, Indagini, Mistero

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni