Non è un lavoro per vecchi di Riccardo Pozzoli

Il mondo degli imprenditori di nuova generazione raccontato dal cofondatore di The Blonde Salad

di Laura Argelati

Pubblicato mercoledì, 4 aprile 2018

Rating: 5.0 Voti: 14
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of DeA Planet
2009, Chicago. Il ventitreenne Riccardo Pozzoli sta facendo uno stage nell’ufficio marketing di un’azienda e acquista da un provider americano un dominio web per invogliare la sua fidanzata dell’epoca, Chiara, a dare vita a un blog in cui parlare della sua più grande passione: la moda. Quella ragazza posta ogni giorno online foto di outfit, viaggi e scene di vita quotidiana e altro non è che Chiara Ferragni, divenuta ormai una delle influenzer più famose del mondo.

Quella di Riccardo Pozzoli era stata più una prova che un’intuizione, ma pochi anni dopo i due si sono ritrovati a parlare della loro esperienza all’Università di Harvard poiché la popolarità di The Blonde Salad è cresciuta esponenzialmente fino a diventare la base per un’impresa che fattura milioni di euro.

Una popolarità che ha permesso al co-fondatore del fashion blog di poter consigliare gli altri per dare vita a business creativi, innovativi, redditizi.

Quali sono i punti chiave da tenere a mente e quali le caratteristiche da tirar fuori? Il coraggio, la determinazione, l’umiltà di sapersi appoggiare ad altri, la razionalità per mantenere sempre il giusto contatto con la realtà, l’apertura mentale. Questi e molti altri gli ingredienti per una strategia aziendale che ogni startupper non dovrebbe mai sottovalutare.

“Non è un lavoro per vecchi” edito da DeA Planet ci racconta il mondo degli imprenditori di nuova generazione e regala spunti di riflessione a chi desidera dare concretezza ai propri sogni e alla propria creatività.


20 marzo 2018, DeA Planet
pp. 252
Prezzo di copertina €16,50
Tag:  Non è un lavoro per vecchi, Riccardo Pozzoli, DeA Planet, Chaiara Ferragni, The Blonde Salad, Start up, Innovazione, Imprenditoria

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni