Quei maledetti dodici metri di Alberto Di Pede

Un mistero antico corre lungo le mura di una storica Basilica pisana

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Istos Edizioni
L’ingegner Marco Gesi, il geometra Luca Ferretti e alcuni operai sono stati incaricati di effettuare delle verifiche di stabilità presso la Basilica di San Piero a Grado, nei dintorni di Pisa, ma ciò che di certo non si aspettano è che i loro scavi possano portare alla luce segreti e misteri antichi. A fianco a loro la dottoressa Anna Costa della Soprintendenza e la sua amica Marta.

Durante i saggi nel terreno, emergono delle pietre che fanno subito pensare ad un perimetro della Basilica diverso da quello dell’antica costruzione attuale. Continuando a scavare, si potrebbe scoprire qualcosa di davvero interessante, ma il Soprintendente non intende autorizzare ulteriori approfondimenti. La scoperta però è succulenta e impossibile da tralasciare, così il gruppo di esperti decide di andare avanti pur senza aver ricevuto l’autorizzazione.

Ciò che emerge è qualcosa di davvero unico e stupefacente: pietre diverse da quelle dell’attuale costruzione rimaste nel terreno dopo una demolizione e addirittura una scala che conduce ad un cubicolo sotterraneo dove è stato seppellito il corpo di un comandante della Repubblica Pisana.

Finalmente la sensazionale scoperta riceve l’ok per ulteriori approfondimenti, ma resta qualcuno intenzionato a insabbiare la faccenda e disposto a tutto pur di riuscirci, anche a penetrare in casa della dottoressa Costa e a far sparire i preziosi reperti…

Riusciranno Anna ed i suoi collaboratori a rendere giustizia a questa storia con radici lontane ed intrisa di mistero?

L’autore Alberto Di Pede padroneggia con destrezza l'intreccio tra mistero e nozioni storiche, con unostile raffinato, fluido e coinvolgente. “Quei maledetti dodici metri” è edito da Istos Edizioni nella collana Centopagine.


Novembre 2017, Istos edizioni
pag. 100
prezzo di copertina €7,90
Tag:  Quei maledetti dodici metri, Alberto Di Pede, Istos Edizioni, Pisa, Storia, Scoperte, Mistero

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni