Trota allo spiedo di Graf & Neuburger

Una catena di morti sospette in una lussuosa residenza bavarese per anziani

di Laura Argelati

Pubblicato martedi, 8 maggio 2018

Rating: 5.0 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Emons
Sulle sponde del lago Chiemsee in Baviera si trova una residenza esclusiva per anziani benestanti. Qui vivono Helmut Meißner fondatore di una nota catena di bricolage, Josefine Peinhardt e la baronessa von Hertan. Per chi come loro ha vissuto tutta la vita tra agi e fama, la residenza sul lago sembra il posto ideale in cui passare gli ultimi anni di vita tra relax alla Spa e assistenza di alto livello.

Da qualche tempo però, l’aria è cambiata e tra i corridoi della struttura avvengono cose strane, che Helmut ha subito notato, decidendo di chiedere aiuto al nipote Stefan e alla sua compagna Marlu, poliziotti della Criminalpol. Tra gli ospiti della Residenza ci sono state delle morti improvvise, troppo improvvise per non destare sospetto, nonostante si tratti di persone anziane.

E se qualcuno tra il personale della casa di cura si sentisse in diritto  di aiutare alcuni a “incamminarsi verso il Signore”, con la giustificazione di porre fine alle loro sofferenze?

In apprensione e deciso a non farsi prendere in giro, Helmut vestirà i panni di investigatore e con l’aiuto di Stefan e Marlu scoprirà chi si nasconde dietro alle improvvise dipartite dei suoi compagni…

“ Oltre ai granuli, agli sciroppi vitaminici e all’esaltazione dell’esoterismo, qui succedono cose davvero strane. Io comunque sto in campana e non mi fido di nessuno. Né della direzione, né del personale medico”.

“Trota allo spiedo” di Lisa Graf e Ottmar Neuburger è il secondo volume della coppia di autori pubblicato nella collana Gialli Tedeschi di Emons, dopo “Gulash di cervo. Cacci al tesoro nel cuore della Baviera” (2015).


29 marzo 2018, Emons
pp. 336
Prezzo di copertina €14,50
Tag:  Trota allo spiedo, Lisa Graf, Ottmar Neuburger, Gialli Tedeschi, Emons, Baviera, Morti sospette, Indagini

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni