Vino: femminile, plurale di Cinzia Benzi

Il vino oggi raccontato attraverso la vita di 11 donne del mondo dell'enologia

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Giunti Editore
“Donne che producono vino, donne che lo degustano, donne che lo vendono, donne che lo promuovono, donne che ne scrivono. Sono molte, sono sempre di più. E non c’è stato bisogno di quote rosa, né di suffragette immolate alla causa o di battaglie parlamentari per la parità di genere. È successo spontaneamente, e anzi se vogliamo osservare il fenomeno con la prospettiva dei tempi lunghi della storia, siamo solo all’inizio di una rivoluzione pacifica che sta femminilizzando il mondo del vino (Camilla Baresani)”

Il mondo del vino non ha più solamente un’accezione puramente maschile. Sempre più donne entrano a gamba tesa in questa realtà così affascinante, affermandosi come vere e proprie esperte. Proprio per questo l’idea dell’autrice è che il vino ora sia da intendere al femminile plurale, grazie a donne che sono alla guida di aziende piccole o grandi, sia in Italia che in Francia. Cinzia Benzi dà loro voce attraverso le pagine di questo libro: 11 donne che vengono ritratte come se fossero le protagoniste di un serial tv, in cui il vino e la vita si intersecano in un connubio di storie e di voci di chi, del vino, ne ha fatto la propria ragione di vita, calandolo in una vita fatta di lavoro, famiglia, figli, ma anche di passione, delusioni e felicità.

Un libro che ci racconta il mondo del vino e di come si sia evoluto negli ultimi anni, conquistando mercati fino a poco tempo fa sconosciuti e imponendosi con una forza che ha ancora un enorme potenziale. L’autrice restringe il campo a tutte quelle donne che hanno fatto la differenza, grazie al loro coraggio e tenacia e capaci di adattarsi al nuovo linguaggio del vino che sta sempre più prendendo piede: enologhe, responsabili commerciali e della comunicazione, proprietarie, passando dalla Francia al Piemonte, fino ad arrivare alla Sicilia. Sandrine Garbay, Julie Gonet-Médeville, Anna e Valentina Abbona, Raffaella Bologna, Cristina Ziliani, Camilla Lunelli, Marilisa e Silvia Allegrini, Ginevra Venerosi Pesciolini, Cecilia Leoneschi, Susy e Caterina Ceraudo, Silvia Maestrelli. Ecco le donne di cui si racconta in questo manuale.

Una nuova prospettiva del mondo del vino, prodotto da tanti sacrifici e che può allietare una serata se condiviso con persone a noi care.

L’autrice devolverà i suoi proventi alla onlus “Food for Soul”, l’organizzazione no profit fondata dallo chef Bottura con l’intento di aumentare la consapevolezza sociale su temi come lo spreco alimentare e la fame attraverso la realizzazione e la promozione di iniziative in collaborazione con chef, artigiani, artisti, designer ed enti.


17 maggio 2017, Giunti
pag. 128
prezzo di copertina €12,00
Tag:  Vino: femminile plurale, Cinzia Benzi, Giunti, vino, donne, Sandrine Garbay, Julie Gonet-Médeville, Anna e Valentina Abbona, Raffaella Bologna, Cristina Ziliani, Camilla Lunelli, Marilisa, Silvia Allegrini, Ginevra Venerosi Pesciolini, Cecilia Leon

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni