Dieta vegana: la tendenza del momento fa veramente bene alla salute?

Qualche chiarimento su questa nuova tendenza alimentare

di La Redazione

Pubblicato lunedi, 30 maggio 2016

Rating: 3.5 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Il fenomeno della dieta vegana potrebbe apparire come una moda passeggera, destinata a scomparire nell'arco di pochi anni; è sorprendente scoprire come invece, il veganismo abbia origini relativamente antiche, che risalgono precisamente al 1° novembre 1944, giorno in cui l'inglese Donald Watson fondò la Vegan Society.

In ogni caso, è proprio nel corso degli ultimi anni che, soprattutto in Europa e negli Stati Uniti, il numero di persone che seguono una dieta vegana è cresciuto in maniera esponenziale: secondo le ultime statistiche, l'1% degli italiani si dichiara oggi vegano, una percentuale quasi doppia rispetto appena ad un anno fa. Un fenomeno dunque in forte crescita, che interessa già milioni di persone e che ha alla base dei nobili principi, quali il rispetto per gli animali e lo sviluppo sostenibile.

Inevitabilmente, però, ci si chiede quali siano le ripercussioni di un regime alimentare così restrittivo nei confronti del nostro organismo, e se tale dieta possa in qualche modo nuocere alla nostra salute. Per cercare di dare una risposta, riassumiamo innanzitutto i precetti della dieta vegana, chiarendo in cosa essa si differenzi da quella vegetariana e quali alimenti siano di conseguenza 'off-limits'.

Se un semplice vegetariano sceglie di eliminare dalla propria dieta la carne ed il pesce, un vegano prende una posizione ancora più radicale, rinunciando a qualsiasi alimento che sia anche solo indirettamente di provenienza animale: fra i cibi 'vietati' dalla dieta vegana, figurano ad esempio il latte, il formaggio, le uova ed il miele.

Molte delle sostanze nutritive fondamentali per il nostro organismo (come vitamine e minerali), si trovano però prevalentemente proprio negli alimenti di origine animale e solo in minima parte nei vegetali. Per evitare pericolose carenze di principi nutritivi, chi segue una dieta vegana è di conseguenza obbligato ad attingere queste sostanze da fonti diverse, ricorrendo talvolta anche a cibi poco conosciuti, come alghe, latti vegetali, o particolari lieviti. Per salvaguardare il proprio benessere, i vegani devono dunque prestare una particolare attenzione alla propria alimentazione, e studiare attentamente le proprietà dei vari alimenti. In molti casi, si fa anche uso di appositi integratori alimentari che permettano di assumere tutte le sostanze nutrienti necessarie (come ad esempio la vitamina B12) senza venire meno ai propri principi etici.

In conclusione, possiamo quindi affermare che la dieta vegana in sé non rappresenta un rischio per la salute, a patto che sia seguita con attenzione e con una piena consapevolezza.

A cura di Susanna Matteini
Tag:  dieta vegana, alimentazione, benessere, salute

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni