Gli italiani e il loro amore per gli animali e l'ambiente

Forse un po' a sorpresa, il Rapporto Eurispes 2014 svela che gli italiani prestano sempre più attenzione agli animali, all’ambiente e all’etica

di Laura Argelati

Pubblicato mercoledì, 5 febbraio 2014

Rating: 5.0 Voti: 26
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Come ogni anno il rapporto Eurispes ha fornito una fotografia aggiornata delle abitudini degli italiani, con conferme, sorprese e novità.

Oltre ai dati sull’economia, sui consumi, sulla disoccupazione, sull’istruzione, sui vizi e le virtù degli abitanti della nostra penisola, Eurispes fornisce anche un rapporto relativo all’opinione e agli atteggiamenti che abbiamo in merito all’ambiente, alla salute, al legame con flora e fauna.

Un po' a sorpresa, i dati del rapporto 2014 rivelano una spiccata attenzione verso l’ambiente, gli animali e le relative implicazioni sulla salute.

La percentuale degli italiani vegetariani o vegani ha raggiunto quota 7,1% e ciò che spinge a questo stile di vita è principalmente un'attenzione verso l’ambiente e verso gli animali, unita al desiderio di uno stile di vita più sano e più etico.

Cresce anche il livello di interesse nei confronti degli animali utilizzati in circo, zoo, delfinari e rettilari, visto che in media il 43% degli italiani è contrario alle condizioni di vita degli stessi, con una punta del 65% per quelli impiegati al circo.

L’82% degli italiani si dichiara contro caccia e vivisezione e l’87% contro la produzione, la vendita e l’uso delle pellicce. I più convinti, tra coloro che disprezzano caccia, vivisezione e altre forme di sfruttamento animale, sono prevalentemente le persone under 34.

Sono circa 4 italiani su 10 ad avere in casa un animale domestico, primi tra tutti i cani (circa 56%) e secondi i gatti (circa 49%).

Il rapporto Eurispes stima inoltre che le famiglie spendono il 50% meno di 30 euro mensili per la cura e il mantenimento degli animali domestici e per l’altro 50% tra i 30 e i 100 euro. Nonostante la crisi economica, quindi, non vengono a mancare le attenzioni per gli amici a quattro zampe, ben curati e seguiti nell’alimentazione quotidiana, nelle necessarie profilassi contro le malattie, nelle cure mediche. L’82% dei clienti dei veterinari, come da loro dichiarato, si prende adeguatamente cura dei proprio animali domestici.

Sempre a proposito di animali, se fino a qualche anno fa la loro presenza non era particolarmente apprezzata in luoghi pubblici, bar ed esercizi commerciali, adesso il 65% degli italiani si dichiara favorevole al loro accesso e alla loro presenza in questi luoghi e il 60% trova giusto che siano ospitati in alberghi e altre strutture ricettive. Anche in questo caso sono le giovani generazioni a spingere per un’apertura della legge su questi temi: oltre il 70% contro appena il 55% degli over 60.

La stessa fascia di età al di sotto dei 35 anni, si dichiara per la quasi totalità a favore della proposta di legge per equiparare gli equidi (cavalli, asini e muli) agli altri animali domestici da compagnia, così da impedirne la macellazione. 

Per leggere l’intero rapporto 2014, potete collegarvi alla pagina di Eurispes.

 
Tag:  Rapporto Eurispes 2014, Italia, animali, ambiente, dati

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni