Guru Meditation

L’attentato di Marrakech. 28 aprile 2011 2

Per non dimenticare…

Io il Café Argana di Marrakech lo conosco. Si trova nella piazza più famosa, la Djemaa El-Fna, quella in cui, tanto per intenderci, nel 1989 passeggiavano Diego Abatantuono & Co. in Marrakech Express. Oppure quella che, in tempi più recenti, viene attraversata da Nicolas Vaporidis in Last Minute Marocco. Io il Cafè Argana di Marrakech lo conosco. Non riesco ancora a dire “lo conoscevo”. Perché la sua anima è sempre lì. Quel caffé lo conosco perché ci sono entrata (salvo poi uscirne subito, ma q...LEGGI

Il Papa delle donne 1

La beatificazione di Giovanni Paolo II è anche un appello implicito all’emancipazione femminile

Giovanni Paolo II è beato da oggi, 1 maggio 2011. E’ un santo anche per le donne di tutto il mondo. Perché le emancipò, teologicamente e nella vita di tutti i giorni. Se la Chiesa cattolica è sempre stata vista dietro a un velo di rancore da tutti i sostenitori dell’eguaglianza dei diritti di uomini e donne, Giovanni Paolo II fu al di sopra di ogni sospetto nella sua predicazione emancipazionista. I media ricordano episodi di vita del pontefice che sottolineano quanto fu importante il ruolo femm...LEGGI

Jamila è libera. Ma chi riporta in vita Noor e Hina? 0

Si conclude bene la vicenda della ragazza pakistana sequestrata dalla sua famiglia a Brescia. Lo stesso giorno si conclu...

Jamila e Noor sono i due casi della repressione familiare islamica in pieno Occidente. Una, in Italia, è una storia a lieto fine. Almeno per ora. L’altra, negli Stati Uniti, si è conclusa nel peggiore dei modi: ammazzata lei e, da oggi, in galera il padre. La storia di Jamila, ragazza pakistana di Brescia, è uscita su tutti i giornali. Perché è pakistana ed è di Brescia. Proprio come Hina, la sua connazionale e concittadina ammazzata da padre e zio, nel 2006, perché fidanzata con un ragazzo ita...LEGGI

Politici, giornalisti e gente comune. Porta a Porta “insegna” 0

Il modello da non seguire se vuoi essere straniero nella tua Nazione

La puntata del 5 aprile 2011 di Porta a Porta affronta una serie di tematiche di rilievo come il problema immigrazione e riforma della giustizia (o in modo più specifico il caso Ruby) che costituiscono attualmente l’oggetto di discussione di politici e giornalisti.   Aldilà del risaputo schieramento politico di Bruno Vespa e degli evidenti ideali politici dei rispettivi ospiti da lui invitati, quali Maria Stella Gelmini - Ministro dell’istruzione e ricerca -, Andrea Orlando - Partito Democratico...LEGGI

Caso Avetrana: la memoria di Sara Scazzi scavalcata dai suoi assassini 5

La tv dei talkshow. Dalla realtà alla fiction

Il caso di Sara Scazzi o caso Avetrana è diventato una vera e propria soap opera in questi mesi. La televisione e in particolare i talk show hanno trasformato un omicidio in una sorta di Grande fratello noir. Sabrina MisseriL’arena, Pomeriggio5, Porta a porta, L’Italia sul 2 e I fatti vostri, sono solo alcuni  dei programmi più conosciuti che hanno usato le informazioni trasmesse dai telegiornali per spettacolarizzare questa vicenda e senza fornire un vero e proprio spunto di riflessione per g...LEGGI

Libia, non è una rivoluzione per donne 0

E non la è nemmeno in Egitto, Tunisia, Yemen, Arabia Saudita, Bahrein…

Libia, seconda settimana di intervento militare umanitario. Si può dire che la guerra sia fatta per motivi politici. Si può dire che sia iniziata per fermare una repressione. Si può sospettare (è lecito anche questo) che vi siano dietro ben altri interessi petroliferi. Una sola cosa non si può dire: che sia stata lanciata per difendere i diritti delle donne. Non se ne parla mai. Come abbiamo visto su queste stesse pagine, Gheddafi ha una ben strana idea sul ruolo della donna. La dolce metà non h...LEGGI

Donne indipendenti 1

Hadley Heath dell'Independent Women Forum ci spiega come sia possibile essere femministe senza farsi trattare da minoran...

C’è una piccola rivoluzione in corso nel mondo conservatore americano. Alla Cpac 2011, la conferenza conservatrice che apre questa annata politica, si respira un’aria molto più libertaria rispetto agli anni scorsi. Il Gopride (associazione gay di destra) era tra gli sponsor e ha provocato una raffica di boicottaggi fra gli scandalizzati think tank più tradizionalisti. I gay del Gop sono gli unici che hanno fatto notizia, anche nella distratta Italia. Ma non sono l’unica minoranza d’eccezione fra...LEGGI

Se il battito cardiaco diventa legge 0

Proteggere ogni bambino che abbia un battito udibile, anche prima della nascita. E’ la nuova offensiva degli anti-aborti...

In Ohio le associazioni pro-life propongono il “Heartbeat Bill”, la legge sul battito cardiaco. In base alla quale: “tutti i bambini dell’Ohio che hanno un battito cardiaco devono essere protetti”. Anche prima della nascita. E’ un’ulteriore dimostrazione che il dibattito sull’aborto, in Occidente, non si è affatto chiuso. Gli Usa, in particolare, sono divisi sulla Roe versus Wade, la sentenza che, nel 1973, ha reso legale l’interruzione di gravidanza. In Ohio, domani, i manifestanti pro-life, pr...LEGGI

Ruby, Berlusconi e le verità nascoste 6

Le conseguenze della telefonata del 27 maggio 2010 alla Questura di Milano

Sui festini di Arcore  ne abbiamo sentite di ogni.. dichiarazioni, ritrattazioni, illazioni, intercettazioni. Se Silvio Berlusconi fosse semplicemente un industriale agèe le sue feste sarebbero e dovrebbero rimanere un affare privato. Se Silvio Berlusconi non ricoprisse un incarico istituzionale la sua telefonata a Pietro Ostuni – capo di gabinetto della questura di Milano – non avrebbe avuto alcun effetto. Ma Silvio Berlusconi è il Presidente del Consiglio, e come tale le sue richieste h...LEGGI

Più Ruby per tutti 6

Vizi privati, pubblici divieti. La summa di un’Italia che non sa come rapportarsi col sesso

Il popolo più conosciuto al mondo per il suo rapporto disinvolto con il sesso, si scandalizza perché il suo premier fa sesso in modo troppo disinvolto. Il partito del premier, il più duro contro la libertà sessuale, fa quadrato attorno a lui: perché un uomo che fa sesso entro le mura di casa sua deve essere difeso nella sua privacy. Questo è il caso Ruby. Non serve una parola di più. Ma siccome è (e sarà ancora per molto) sulle prime pagine dei giornali, merita una piccola riflessione. ...LEGGI
ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni