Il temuto momento dell’adolescenza canina

È quando il tuo cane diventa adolescente che iniziano i veri problemi. I piagnucolii e lo sporcare in casa sono nulla in confronto al suo nuovo caratterino!

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Ci eravamo salutati questa primavera con Logan ancora ancora cucciolo e ci ritroviamo nel pieno dell’estate con un essere quasi irriconoscibile: nervoso, acido, sempre sulle sue (oddio non che prima fosse un’ incontenibile esplosione di coccole…) e desideroso di indipendenza.

Cos’è successo? Niente di grave, superato l’anno si dice che i cani raggiungano la temuta stagione dell’adolescenza. Ora lui ha un anno e tre mesi quindi pienamente nella fase centrale dell’età ingrata.

Sfogliando le riviste leggo lettere disperate di madri ai vari psicologi-so-tutto-io che lamentano come la loro tranquilla vita familiare sia diventata un incubo per colpa dei figli adolescenti. Gli argomenti toccati, quasi sempre, sono sostanzialmente quattro:


- risposta ai rimproveri
- perdita della comunicazione in famiglia
- incontenibile sconvolgimento ormonale
- forte desiderio di affermazione della propria indipendenza

Non posso che confermare ogni punto con esempi concreti!

Risposta ai rimproveri.
C’era una volta un cucciolotto bianco e nero che attendeva desideroso (più o meno) indicazioni dai loro padroni su cosa fosse giusto o sbagliato fare in questo mondo sconosciuto. Era tutto molto semplice, con un sorriso il permesso era accordato, con un leggero no, negato. E lui dolce e accondiscendente scivolava dentro divieti e doveri con armoniosi scodinzolii. Ora il no è solo un suono indistinto e fastidioso a cui rispondere con un wuf stizzito o ancor meglio mostrando il sedere.

Perdita della comunicazione in famiglia.
C’era un tempo in cui Logan interagiva costantemente con noi. Ora siamo solo il suo tramite per essere portato al parco, dove ai suoi occhi ci smaterializziamo in tre secondi, oppure per ottenere la pappa. In ogni altro frangente non siamo più degni di essere presi in considerazione. In casa rappresentiamo i suoi coinquilini, da scansare se troppo molesti nel cercare un po’ di coccole o nell’infastidirlo in altri modi (tipo spazzolarlo etc.) E, schifando i giochi “atti allo sviluppo delle facoltà cognitive del cane” che ho amabilmente cercato nei negozi specializzati (e pagati come un week end a Cortina), ormai preferisce instupidirsi sulla sua corda playstation, distrutta e sbavata, ricettacolo di infinite varietà di batteri.

Incontenibile sconvolgimento ormonale.
Il “Tempo delle Mele” di Logan è iniziato in modo blando, quasi impercettibile: un giorno che sembrava uguale agli altri, giocava allegramente con una cagnolina, ma a un certo punto, preso dall’istinto, hop un saltino e si è trovato sopra la piccola labrador color crema, che si trovava di fianco a lui. Tutti noi abbiamo riso con sguardo amorevole, dicendo: che carino, non capisce… ma nessuno si immaginava che nel giro di qualche settimana Sophie Loganeau avrebbe iniziato a vedere l’altra metà del cielo non più come semplici compagnette di giochi, ma come sexissimi esseri profumati di seduzione sulle quali salire, indipendentemente, dall’età, dalla razza e soprattutto dalla disponibilità!

Forte desiderio di affermazione della propria indipendenza.
Si sa, l’adolescente è refrattario a orari e imposizioni e, soprattutto, è finito il momento di essere accompagnati! Anche noi sognavamo di “uscire da soli” il prima possibile, fosse anche solo per fare il giro dell’isolato! Un giorno scendo fino al portone a ritirare un pacco (abito al terzo piano senza ascensore e giammai il corriere sarebbe salito a portarmelo!), lascio la porta di casa socchiusa e Logan (cosa mai fatta prima) esce senza permesso, mi segue come un gatto standosene bello e silenzioso dietro di me e, non appena apro il portone, ecco che fra lui e la strada della libertà non esiste più nulla! Fugge! Io urlo. L’uomo SDA ridacchia e sparisce. Io in ciabatte e tuta antistupro cerco di inseguirlo ma lui è già sparito. In quei due minuti che non lo vedo immagino di tutto: Logan fuggito con un branco di cani poco raccomandabili, Logan rapito e venduto alle corse clandestine (ha pur sempre dentro del levriero), Logan morto sotto un tir di barbabietole rosse. Sto per chiamare la protezione civile quando lui, fiero, baldanzoso, con sguardo beffardo mi si para davanti dritto e scodinzolante per dimostrare la propria indipendenza. Io in due secondi dimentico i dieci volumi di psicologia canina letti e, in barba a calme assertive, autocontrolli, yoga etc, come una cocorita isterica lo prendo per la collottola lo trascino fino a casa e lo sgrido urlando come un’invasata per dieci minuti! Ci guardiamo con occhi pieni di sfida! Poi decidiamo di ignorarci.
Ci riparleremo solo in tarda serata!

Dov’è il mio cucciolo che faceva pipì sul bordo del divano? Sigh!
Tag:  adolescenza, libertà, sconvolgimento ormonale, psicologia canina

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni