L’area cani: un piccolo mondo a sé. Parte 1

Le aree cani sono un po’ come i pub: bisogna sceglierle in base a dove si trovano, a come sono e soprattutto a chi le frequenta!

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Logan and friends
Perché andare in un’area cani? Invece che per strada, al parco, in giardino, in un ranch privato?
 
In una città come Milano l’avere degli spazi riservati ai cani è fondamentale, perché sono un ottimo luogo per farli incontrare tra loro e soprattutto per conoscere altri padroni.
Ufficialmente nei parchi cittadini non è consentito lasciare liberi gli animali, ufficiosamente lo fanno un po’ tutti, ma come per ogni cosa sarebbe giusto sapere le regole! E soprattutto avere una perfetta coscienza di sé e del proprio amico a quattro zampe!

Logan è un po’ ribelle, nel senso che se lo chiamo e lui ha deciso che sta facendo qualsiasi cosa più interessante che accorrere al richiamo, finge allegramente di non avermi sentita. Ci sto lavorando, ogni giorno facciamo infatti qualche passetto in avanti, ma per la sua incolumità (non di certo degli altri, visto che è un “buon pezzo di cane”) finché non sarà ubbidiente al cento per cento, quando è in giro con me se ne deve stare al guinzaglio! L’avere uno spazio bello pulito e soprattutto circoscritto qui, in città, rappresenta quindi per me una grazia dal cielo, in modo da poterlo far correre e giocare con i suoi simili!

E ora passiamo alle cose che nessuno vi dirà mai, ma che proverete sulla vostra pelle e sul suo pelo! Ricordate cos’ho detto in apertura? I tre requisito sono: dove, come e, soprattutto, chi!
 
Il dove è semplice, scegliete all’inizio quelle che sono le aree più vicine a voi, che non vi costa fatica raggiungere, oppure nelle zone che vi piacciono maggiormente!

Il come, poi, va a gusti: c’è chi predilige quelle più piccoline, con tutto a portata di mano, chi quelle più ampie, chi quelle più avventurose (con zone di boschetto e spazi più nascosti).
 
Personalmente amo quelle più spaziose, dove, anche se devo fare km per raggiungere i punti laddove Logan ha sporcato (generalmente quelli più scomodi e lontani!) lui può però correre in cerchi meno limitati! Ho scoperto che, nell’arlecchino di razze da cui è composto, c’è pure dentro un po’ di levriero, quindi per lui è fondamentale sfogarsi in lunghi giri di corsa!

Punto dolente… il chi!
Le aree cani sono un microcosmo di persone con i loro animali e molto spesso le impressioni che avrete del padrone saranno confermate dal comportamento del suo cane, e viceversa! La scelta del luogo sta tutta nella vostra capacità di adattamento e di sopportazione!
Arrivare per la prima volta in uno di questi spazi può non sempre essere piacevole, a partire  dagli sguardi diffidenti, in stile: “Chi cavolo sei tu e perché vieni a turbare il nostro delicato equilibrio?”. E vi occorrerà tempo per inserirvi! Se vi importa poco di  inserirvi, potete anche semplicemente portare lì il vostro bestiolo, fargli fare i bisogni (e raccoglierli, grazie!!!), una corsetta veloce e andarvene!
Comunque, riguardo a questo punto, non stupitevi se mentre voi sarete lì, accucciati a terra, sacchettomuniti a grattugiare le schifezzine del vostro cane, al fine di mantenere tutto bello e pulito (come da regola) vedrete invece gente che tranquillamente apre il cancello, fa entrare “a fare” standosene fuori, e poi se ne va! Ne troverete tanti!

Altra cosa… non dovete assolutamente avere paura dei cani! Di nessun cane!
Sembra una stupidaggine, visto che un cane con cui condividere la vita l’avete preso pure voi, ma ricordatevi bene che anche se i morsetti e i capricci del vostro yorkshire non vi fanno effetto, vedervi arrivare incontro, non appena entrate (cosa perlopiù normalissima!) anche dieci cani di oltre 40 kg, potrebbe mettervi alla prova… se non siete abituati!!!
Ironia della sorte, può sembrare strano, lo so, io ho paura dei cani piccoli… e ho dovuto abituarmi a non fuggire quando li vedevo correre, con il latrato acuto, verso me e Logan…
 


Uno special thanx all’attore teatrale Francesco Di Stefano e alla sua Rottweiler Mako (primo amore di Logan, ma questo è un altro post!) per essersi prestati come soggetti fotografici in questo articolo della mia rubrica!




… e questo piccolo spazio lo lascio ai vostri annunci per i cani in cerca di casa…

Se desiderate che sulle pagine della rubrica Jess & the Dog si parli di un cane da adottare, potete inviarmi una mail a: elfanera81@yahoo.it, mettendo in oggetto CANE IN ADOZIONE PER MRS: NOME DEL CANE, allegate 1-2 fotografie e scrivetemi tutti i dati che vedete negli annunci già presenti.
 
IMPORTANTE:
Annunci assolutamente SENZA SCOPO DI LUCRO, quindi astenersi allevatori, venditori e quant'altri non siano spinti dal semplice spirito di aiuto e d'amore nel confronti di queste bestiole bisognose.
Né io né MRS abbiamo notizie aggiuntive in merito agli annunci, né possiamo garantire la veridicità dei contenuti. Per richieste di adozione o maggiori informazioni sui cani, contattate direttamente la persona indicata nell’annuncio.


OGGI IN CERCA DI CUCCIA C’E’:
GIORGIE

SESSO: Femmina
ETA': 1 anno e mezzo circa
TAGLIA: media/grande, simil maremmano bianco
CARATTERE: dolcissima/No Gatti
SEGNI PARTICOLARI: già sterilizzata, si trova nel nord Italia
 

Se volete ulteriori informazioni e desiderate adottare GIORGIE contattate:

Paola 349/86 78 586
email: paolabarbieri.dar@gmail.com
Tag:  Jess & the dog, area cani, luogo dove sporcare, parchi, spazi aperti, obbedienza, paura dei cani

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni