Oh, walking on sunshine! Parte 1

Una “semplice” passeggiata col tuo cane può cambiarti il corso della giornata

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Non appena mi infilo le scarpe e la giacca, Logan, senza muovere un muscolo mi cura con la coda dell’occhio: vuole capire se la sua padrona se ne andrà a folleggiare senza di lui o se invece si prospetta un’uscita a due (mia e sua ovviamente!) Con le scarpe da tennis sporche e la giacca sformata intuisce che è quasi fatta: si andrà al parco. Con gli stivali e il piumino le possibilità si riducono al 50%, a seconda di dove devo andare. Con i tacchi e il cappotto sbuffa e mi fulmina con lo sguardo, perché sa che non potrà venire con me!

La certezza assoluta, però, è un solo elemento a fornirgliela: il guinzaglio!
Se lo prendo in mano trotterella giulivo verso di me shakirando (gerundio del verbo shakirare, derivato dal nome proprio Shakira, qui con il significato di “scodinzolare talmente forte da muovere tutto il bacino, come fa la nota cantante nei videoclip”) e crogiolandosi all’idea di fare qualcosa con me. Non è che adori in particolare passeggiare, i cani amano fare qualsiasi cosa con il proprio padrone! E questo è fantastico! Ma soprattutto se gli dico: Logan usciamo?! Poi non mi fa le tre domande più odiose del mondo: Sì ma cosa facciamo? Prendiamo la tua macchina? O la peggiore… Ma chi c’è oltre a noi due? È contento e basta! E io pure!

Quindi partiamo. Quattro cose fondamentali: raccogliete SEMPRE ciò che c’è da raccogliere quando il vostro cane sporca! Lo so che in certe situazioni può sembrare ridicolo, tipo quando altri proprietari la cui civiltà è inversamente proporzionale al numero di escrementi del proprio accompagnatore a quattro zampe lasciano un campo minato! Io me ne frego, e nonostante faccia persino fatica a distinguere qual è quella di Logan fra le tante lasciate lì a concimare l’asfalto, la raccolgo e mi porto in giro quel sacchettino radioattivo fino al primo bidone!

Seconda cosa, ricordatevi che anche se vi sembrerà impossibile, i cani non piacciono a tutti! Si va dal cortese distacco, agli sclerati che ti urlano addosso di tenere meglio il tuo cane non appena ti vedono a 100 mt di distanza. Ricordo quando Logan aveva cinque mesi, piccolo, magrissimo, stava cambiando i denti ed era senza canini. Una signora ci ha visti e mi ha urlato: “Lo tenga per carità non sa che i cani possono diventare macchine per uccidere!” Teoricamente sì, ma un cucciolo simil bracchetto di 7kg, soprattutto senza canini, non mi sembrava possa essere tanto pericoloso…
Ad ogni modo, se camminate fra la gente (che possono essere anche due persone) tenetelo vicino a voi e lasciatelo andare solo verso chi gli sorride o si accuccia per accarezzarlo. Non fidatevi dell’aspetto: ho visto ragazzi dall’aria amichevole inviperirsi perché Logan gli era andato sulle scarpe e donne vestite di tutto punto, all’apparenza rigidissime, coccolarselo e farsi sbausciare a oltranza.

Fantastici i bambini! Quanto vedono i cani impazziscono, per loro sono come dei “peluchoni” vaganti! Ma osservate i genitori, soprattutto: spesso non sono molto entusiasti che i loro pargoli tocchino la vostra belva ferocissima e soprattutto sporchissima e portatrice di tutte le malattie del mondo!
Logan con i bambini è un angelo! E sono troppo contenta quando la mamma dà il via libera al figlio che subito abbraccia il mio cane… che si lascia fare di ogni!

Last but not least, portare in giro un cane è come andare in auto: puoi essere in gamba quanto vuoi nel gestirlo, avere la certezza assoluta che non farai male a nessuno, ma non sei da solo e come per strada gli incidenti non dipendono solo da te! Purtroppo tanti padroni sono totalmente incapaci di gestire il proprio di animale. Quindi conviene fare attenzione, se vedete una coppia (uomo cane) che non vi convince, girate al largo!

A parte questo, camminare fianco a fianco con Logan, mi rilassa totalmente. E puoi anche avere avuto una giornata orribile, ma passeggiare insieme e vedere come ti guarda, grato e compiaciuto, cancella tutto il resto!
 

 
… e questo piccolo spazio lo lascio ai vostri annunci per i cani in cerca di casa…
 
Se desiderate che sulle pagine della rubrica Jess & the Dog si parli di un cane da adottare, potete inviarmi una mail a: elfanera81@yahoo.it, mettendo in oggetto CANE IN ADOZIONE PER MRS: NOME DEL CANE, allegate 1-2 fotografie e scrivetemi tutti i dati che vedete negli annunci già presenti.
 
IMPORTANTE.
Annunci assolutamente SENZA SCOPO DI LUCRO, quindi astenersi allevatori, venditori e quant'altri non siano spinti dal semplice spirito di aiuto e d'amore nel confronti di queste bestiole bisognose.
Né io né MRS abbiamo notizie aggiuntive in merito agli annunci, né possiamo garantire la veridicità dei contenuti. Per richieste di adozione o maggiori informazioni sui cani, contattate direttamente la persona indicata nell’annuncio.


OGGI IN CERCA DI CUCCIA C’E’:
GIORGIO

SESSO: maschio
ETA': 2 anni e mezzo
TAGLIA: media/piccola
CARATTERE: buono, dolce, solare, giocherellone, abituato in casa, non sporca nemmeno nel box
SEGNI PARTICOLARI: adatto anche a stare con i bambini

Se volete adottare GIORGIO contattate:
STEFANIA - 3479643256  (ore serali e week end)
Tag:  uscita a due, guinzaglio, cani e padroni, raccogliere se sporca, cani e bambini, incidenti, passeggiare insieme

Commenti

14-01-2012 - 06:27:09 - Lucia
Sempre molto piacevole e interessante seguire Logan e la sua umana nelle loro "avventure" quotidiane....e anche istruttivo! :)
18-01-2012 - 13:39:55 - Francy
Mi piace questa rubrica!!! Anch'io ho un cane e leggere le avventure che condivide Jessica è davvero come scambiare due chiacchiere con qualcuno al parco.
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni