La Personaggia

Mariam Sidibe 0

La nuova premier del Mali ha un Paese difficilissimo (specialmente per le donne) da governare

Cissé Mariam Kaidama Sidibe è, da una settimana, la nuova premier del Mali, Paese musulmano chiuso, come uno scatolone di sabbia, nel deserto dell’Africa Nord-Occidentale. La Sidibe è la prima donna a guidare questo Stato dai tempi della sua indipendenza dalla Francia e dalla secessione dal “Sudan Francese”, dunque dal 1960 ad oggi. E’ stata nominata con decreto dal presidente Amanou Touré.   La Sidibe ha alle spalle una lunga carriera politica, che le permetterà sicuramente di affrontare con un...LEGGI

Hoara Borselli: dal palcoscenico al Ministero della Difesa 1

Ulteriori polemiche che vedono come protagonisti il mondo dello spettacolo e la politica

La partecipazione di personaggi dello spettacolo nel mondo politico, che già in passato ha creato polemiche mediatiche, si conferma ancora una volta fonte di discussione. Dal 10 marzo di quest'anno, infatti, la soubrette e attrice Hoara Borselli è ufficialmente assunta dal Ministro della difesa Ignazio La Russa alla segreteria del Ministero della Difesa. Il suo ruolo sarà quello di collaboratrice per i grandi eventi, con particolare riferimento alle manifestazioni del 150esimo anniversario dell'...LEGGI

Margaret Woodward 1

La "benzinaia del cielo" che non poteva combattere, ora è la prima donna al comando della campagna aerea americana in Li...

Come si chiama il generale americano al comando delle operazioni aeree sulla Libia? Margaret Woodward. E come suggerisce il nome, è una donna. E’ la prima volta nella storia militare degli Stati Uniti che un ufficiale in gonnella comanda un’intera campagna aerea. La storia della Woodward ricorda molte altre vicende simili di minoranze (gli afro-americani, tanto per fare l’esempio più famoso) pronte ad ascendere ai massimi vertici militari una volta rimosse le barriere legali che impedivano loro...LEGGI

Waris Dirie 6

"Il fiore del deserto", fuggita dalla Somalia per aprire gli occhi del mondo sugli orrori dell'infibulazione e del triba...

È stata e continua ad essere una delle donne più belle del mondo. Si chiama Waris Dirie, è somala, appartiene al vasto e potente clan Darod. È nata nel deserto, in una famiglia di pastori nomadi proprietari di mandrie di dromedari, e nel deserto ha trascorso l’infanzia. Come tuttora accade a tanti bambini nelle stesse condizioni, la sua nascita non è stata registrata e quindi lei ignora la propria età: presume di essere nata intorno al 1965. Come tanti altri bambini africani, inoltre, Waris n...LEGGI

Azar Nafisi 0

La scrittrice che non ha più sopportato la vita, la morte e la repressione sotto il regime degli Ayatollah

Leggere Lolita a Teheran è il libro che l’ha fatta conoscere in tutto il mondo come scrittrice. Pubblicato negli Stati Uniti da Random House nel 2003, con il titolo Reading Lolita in Teheran, è uscito nella traduzione italiana l’anno successivo, edito da Adelphi. Nafisi è inoltre autrice di numerose opere di critica letteraria e di analisi della situazione politica e femminile in Iran. Soltanto una di queste opere per il momento è disponibile in italiano: Le cose che non ho detto (titolo orig...LEGGI

Aung San Suu Kyi è veramente libera? 1

Scarcerata dopo 15 anni di arresti domiciliari. Ma sarà vero?

Birmania. Aung San Suu Kyi, di cui abbiamo già scritto in questa rubrica, è finalmente diventata una donna libera, dopo 15 anni di prigionia politica quasi continuativa. Dobbiamo essere contenti? Mica tanto. Siamo sicuramente felici per lei adesso, perché finalmente non è più costretta fra le quattro mura di casa sua. Non siamo molto convinti della sua sorte nei prossimi giorni, settimane, mesi, anni, perché il momento scelto dal regime per la sua scarcerazione e le modalità della sua futura ...LEGGI

Anna Chapman 0

Ha mentito, tradito, rubato, commesso crimini di Stato. E per questo è diventata una celebrità

Di Anna Chapman, detta Anna la Rossa, noi non sappiamo niente. Eppure crediamo di sapere tutto. Dalla primavera scorsa il suo volto campeggia su numerosi siti Internet. E’ sulla copertina di Maxim, in atteggiamento da Bond Girl, con la pistola in mano. E’ in un video su YouTube, dove si fa fotografare in disabillé. La settimana scorsa era presente al lancio di un nuovo missile russo, per la gioia dei militari presenti. Il Cremlino le ha conferito una decorazione al valore, proprio questa ...LEGGI

Dilma Rousseff 1

Da guerrigliera marxista a candidata presidente del Brasile in pacifiche elezioni democratiche

Una donna potrebbe diventare presidente del Brasile, cioè una delle 4 grandi potenze emergenti del mondo (assieme a Cina, India e Russia). Sarà un buon esempio per un mondo in via di sviluppo ancora prevalentemente sessista? Dilma Rousseff è certamente un esempio di donna di lotta. Figlia di un imprenditore immigrato bulgaro e di una maestra elementare di Belo Horizonte, è nata in una famiglia molto benestante. Ma per convinzione personale ha lasciato il suo ambiente relativament...LEGGI

Natalia Estemirova 0

"Nemica del popolo". Assassinata per il suo instancabile lavoro in difesa dei diritti umani in Cecenia

Alle 8,30 del mattino del 15 luglio 2009, Natalia Estemirova aveva urlato di essere attaccata e rapita. Numerosi testimoni stavano assistendo alla scena: uomini col passamontagna la stavano trascinando dentro la loro auto, a una fermata dell’autobus di Grozny, capitale della Cecenia. Nessuno si è mosso, nessuno ha chiamato la polizia. “Sapevano già chi fossero i rapitori” dice Elena Milashina, reporter della testata russa Novaya Gazeta. I sequestratori, con tutta probabilità, erano loro stess...LEGGI

Cristina Fernandez Kirchner 0

Dalle Falkland ai gay, ogni mezzo è valido per cercare di recuperare consensi

La “presidenta” dell’Argentina, ha fatto di tutto per far passare la nuova norma che legalizza il matrimonio di coppie gay. La sua è un’aperta sfida alla Chiesa, molto potente e influente nel suo Paese. Ma è anche un modo per catturare l’immaginario collettivo degli elettori argentini, a due passi dalle prossime elezioni presidenziali. Lo scorso febbraio, la stessa “presidenta”, aveva provato un modo molto più pericoloso per cercare di attirare nuovi consensi: giocare la carta del nazi...LEGGI
ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni