Mayam Mahmoud, la giovane rapper con il velo

Storia della diciottenne egiziana che ha stupito Arabs Got Talent. Come? Mayam indossa l’hijab ma fa canzoni rap di denuncia sulla condizione delle donne arabe

di Laura Argelati

Pubblicato martedi, 7 gennaio 2014

Rating: 5.0 Voti: 11
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Mayam Mahmoud è stata tra le concorrenti a giungere alla semifinale di Arabs Got Talent, ma sapete quale è la sua particolarità? Questa diciottenne egiziana si è esibita indossando l’hijab ma cantando un rap, genere musicale di cui fino a poco tempo prima ignorava l’esistenza.

Quando aveva dieci anni e a scuola doveva imparare e recitare poesie, a lei veniva spontaneo farlo ritmandole come un rap, ma solo successivamente ha scoperto che quel ritmo per lei così naturale era invece un genere musicale celebre in tutto il mondo.

Oggi è una studentessa di economia e sostenuta dalla famiglia, che l’ha incoraggiata a usare la sua voce per sostenere ciò in cui crede e a raccontare la vita dei giovani arabi come lei attraverso la musica, Mayam è arrivata ad Arabs Got Talent per cantare, seguendo quel ritmo che le viene così spontaneo, di se stessa, e delle sue coetanee con i suoi stessi problemi, schiacciate dalle medesime imposizioni. Ha infatti scoperto che spesso il rap viene usato per testi di “denuncia” e ha voluto utilizzarlo per parlare al pubblico e al mondo delle donne arabe, in particolare del fatto che molte subiscano ancora troppo spesso numerose e ripetute violenze sessuali, e non solo da parte degli uomini.

Indossare l’hijab non è compatibile con il canto, il ballo, la musica e le esibizioni pubbliche, ma Mayam ignora le occhiate di disappunto e le numerose critiche che riceve e va avanti per la sua strada, con la grinta e la vitalità tipiche di una ragazza della sua età, perché per lei priorità assoluta è diventata far capire alle donne che è ora di smetterla di sottostare in silenzio alle violenze, che è importante riscattare la propria dignità, e che un cambiamento può avvenire.

Ha dichiarato che spera che il rap non sia più solo un terreno dominato quasi esclusivamente dagli uomini, ma che le ragazze si facciano largo, per gridare e cantare a gran voce la loro dignità, la loro voglia di riscatto e la loro forza d’animo.
Tag:  Mayam Mahmoud, Arabs Got Talent, Egitto, Hijab, Rap, Denuncia, Donne

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni