Alla scoperta dell’Highline Galleria: Milano dall’alto!

Esiste un itinerario in grado di regalare un nuovo punto di vista su Milano: è la camminata sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele II a 50 metri di altezza

di La Redazione

Pubblicato martedi, 22 novembre 2016

Rating: 0.0 Voti: 0
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
A partire dallo scorso Maggio 2016, è possibile passeggiare sul tetto della Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, osservando dall'alto della sua cupola lo skyline della città. Ha infatti aperto le porte al pubblico l'‎Highline Galleria, realizzata da Seven Stars Galleria e Alessandro Rosso Group sotto l’egida del Comune e previa approvazione della Soprintendenza. La passeggiata è uno dei frutti del percorso di valorizzazione dei piani alti del complesso monumentale, il cui restauro è stato completato da poco da parte dell'amministrazione comunale con l'aiuto di alcuni sponsor privati. La Galleria è un omaggio all’architetto Giuseppe Mengoni che la progettò nel 1865 unitamente alla cupola, unica nel suo genere: per costruirla assieme alla tettoia di copertura furono impiegati ben 353 tonnellate di ferro e sette milioni e 850 mila metri quadrati di lastre di vetro rigato. Oggi è tornata a splendere rivendicando con forza l'appellativo di "salotto di Milano".

Mi Guidi, affermata realtà nel panorama culturale milanese che negli anni ha saputo distinguersi perché in grado di offrire all’utente la possibilità di conoscere Milano da punti di vista differenti, propone appunto una speciale visita guidata alla scoperta di Milano dall’alto, attraverso questo camminamento del tutto eccezionale.

I fortunati visitatori, seppur in pieno centro a Milano, trovandosi a circa 50 metri d’altezza, godranno di una prospettiva tutta diversa da quella fin ora conosciuta. Non sarà più necessario fermarsi ai piedi dell’ottagono, col naso all’insù, per poter ammirare la meravigliosa cupola: potranno passarci accanto!

La visita organizzata da Mi Guidi inizierà da Piazza della Scala, all’insegna di storie inedite e curiosità contemporanee. Proseguirà poi con una breve passeggiata nel nostro “salotto Milanese”, la Galleria Vittorio Emanuele II, un vero splendore architettonico, di cui Mark Twain disse “I would like to live there forever" e la nostra salita al cielo è assicurata.

Gli ospiti saranno accompagnati in questa avventura dalle guide di  Mi Guidi che ripercorreranno le vicende della galleria e del centro cittadino post-unità d'Italia.

Ciò che renderà ancora più eccezionale la visita, sarà il fatto che verrà svolta al tramonto: sui tetti della Galleria, il fascino della sera è indescrivibile, la cupola e la galleria completamente illuminate, i tetti della case, i comignoli di cui riusciamo ad intuire il profilo .. tutto concorre a creare un’atmosfera da sogno. 

Raggiunto il quarto piano, attraverso l’ascensore situato in Via Silvio Pellico, i visitatori accederanno alle passerelle, dove potranno camminare assaporando il panorama e facendo sosta nei terrazzini che, mostrano, ciascuno, un angolo differente dello skyline Milanese. La vista è mozzafiato, ad altezza di guglie, quelle del Duomo, che sembrano così vicine da poterle toccare; e poi il Castello, Porta Nuova e, se il cielo è terso anche le Alpi! Il camminamento ha una lunghezza di 250 metri lineari e una superficie di 550 metri quadri: lungo il percorso sono state previste alcune baie che ospitano un museo legato alla storia di Milano nel periodo in cui fu costruita la Galleria.

Un viaggio entusiasmante con un camminamento sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele II, che permetterà per la prima volta di ammirare il monumento storico da una prospettiva unica ed affascinante, a prova di vertigini! 

A cura di Chiara Bucalossi 
Tag:  Highline Galleria, Milano, Galleria Vittorio Emanuele II, visita guidata, Mi Guidi

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni