Nasce la nuova App per condividere l'arte negli spazi urbani

Il 9 luglio al PAC di Milano, verrà presentata Jing Shen, applicazione creata dalla Start Up Bepart, per abbattere le barriere fisiche museali

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Una App per mostrare opere d'arte in realtà aumentata diffuse negli spazi urbani. Non vi è chiaro di cosa sto parlando? Vi spiego.

Il 9 luglio al PAC (Padiglione d'Arte Contemporanea) di Milano, verrà presentata questa nuova applicazione che consentirà di visualizzare in due differenti punti strategici, oltre allo stesso PAC, Palazzo Reale e Castello Sforzesco, alcune delle opere della mostra Jing Shen, l'atto della pittura nella Cina contemporanea, che si terrà proprio tra le sale di Via Palestro sino al 6 settembre 2015.

L'App si chiama "Jing Shen" e, sviluppata appositamente dalla Startup  Bepart, sarà disponibile per Android e iOS. Puntando lo smartphone o il tablet sulle tre location selezionate sarà possibile ammirare, fotografare e condividere l'installazione di Li Shurui e i video di Wang Gongxin, due dei venti artisti esposti. "Jing Shen" guiderà l'utente nell'esplorazione delle sette installazioni virtuali e consentirà di vedere sullo schermo del proprio smartdevice la sfera di Li Shurui stagliarsi nel cielo di Milano, o scorgere i personaggi dei video di Wag Gongxin passeggiare per le strade, ma si potrà anche accedere a contenuti aggiuntivi creati ad hoc.

Questa novità si pone come abbattimento delle barriere fisiche museali, estendendo lo spazio espositivo, trasformando le modalità di fruizione dell'arte nelle aree urbane.

L'arte e la tecnologia vanno perciò  a braccetto, grazie a Bepart The Public Imagination Movement, progetto pluripremiato (vincitore di IC Innovazione Culturale di Fondazione Cariplo, Start Up for Expo di Unioncamere e Regione Lombardia e di Think for Social di Fondazione Vodafone Italia), nato nel 2013 con l'intento di ridisegnare gli scenari urbani in maniera condivisa, riempiendo le città di tutto il mondo di Arte, design, video, immagini e suoni. I suoi autori sono tre under 35: Giovanni Franchina, Lilia Haralampieva e Joris Jaccarino. Giovani propositivi, in gamba, con nuove idee per rendere sempre più accessibile a tutti la cultura.


BEPART PER IL PADIGLIONE D’ARTE CONTEMPORANEA DI MILANO
Le opere della mostra Jing Shen diffuse in città grazie alla realtà aumentata

Sede PAC Padiglione d’Arte Contemporanea | Via Palestro 14, Milano
Progetto a cura di Bepart – The Public Imagination Movement


Info al pubblico info.bepart@gmail.com | www.bepart.net

Tag:  Jing Shen, App, Startup Bepart, PAC, Palazzo Reale, Castello Sforzesco, Li Shurui, Wang Gongxin, opere d'arte, spazi urbani

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni