Oregon (USA). La piaga del meth

La metanfetamina nella patria dei reality

di Valeria Merlini

Pubblicato martedi, 12 aprile 2011

Rating: 4.3 Voti: 6
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Durante le passate vacanze di Natale, sono stata negli States. Ma quegli States che pochi italiani conoscono. Perché molti credono che esistano solo New York o la California. Io ero una di questi. Ma mi sono ricreduta, grazie anche agli amici che laggiù mi hanno ospitata. E che mi hanno così fatto assaporare la vita vera americana.


Naked-Cowboy
L’Oregon è la terra dei cowboys e appena atterrate a Portland non potrete non notarlo. Ma forse sarebbe meglio precisare che qui i cowboys si chiamano red necks, per via dei colli rossi di coloro che stanno piegati a lavorare la terra. Ma non solo.
L’America, dopo essere la patria del tutto big-size, della fobia per le malattie, è anche la patria dei reality. Ce n’è per tutti i gusti, ad ogni ora. Impressionante! Il canale dedicato è A&Ee, tra le altre cose, trasmette per esempio:

- Le prime 48 ore (The first 48), in cui l’importanza delle prime 48 ore nell’ambito di un caso di omicidio (ma non solo) sono fondamentali al fine delle indagini

- Obsessed, in cui sono messe a nudo tutte le fobie possibili e impossibili, immaginabili e inimmaginabili

- Heavy, in cui obesi “veri” vengono sottoposti ad esercizi fisici, insomma a dieta ammazza-ciccia

- Intervention, in cui si raccontano storie di dipendenza dalla droga, dall’alcol o da comportamenti compulsivi che hanno condotto i protagonisti al punto di estraniarsi da amici e familiari.

E poi ancora il reality sull’apertura di uno storage dopo anni e i tesori conservati al suo interno; il reality sul carro attrezzi che arriva a tirare fuori da un impiccio un auto, ma quando arriva il momento di pagare l’uscita il proprietario dell’auto in questione non vuole pagare; oppure ancora il reality sui ragazzi che provano l’esperienza della prigione per una notte…

Insomma, avete capito: per tutti i gusti.

E mentre parlo con la mia amica di uno di questi, Intervention, eccola spiegarmi il suo lavoro. Perché inerente. E questa proprio non ve la potete perdere.
 

Math Map of USA
La sua professione consiste nel fare l’assistente sociale. Che vuol dire tutto e niente.
Methuse 10 Faces
Ha a che fare con una piaga terribile: il meth, crystal meth. La metanfetamina. Una droga terribile, sintetizzata da cose inaudite nonché assurde (tra cui l’alcol, la testa dei fiammiferi, l’acido delle pile). Diffusa, diffusissima negli USA, ma non solo. E dalle conseguenze atroci. Non tanto perché viene sintetizzata in casa da personaggi che non si fanno scrupoli nel farlo nell’ambiente domestico (è altamente instabile e infiammabile), quanto per i poveri bambini che si trovano ad avere questi genitori. La contaminazione ambientale è così terribile che gli effetti sui corpi dei malcapitati bambi stringono il cuore e torcono le budella. Se avete sangue freddo e curiosità di sapere come ci si può ridurre, guardate pure queste immagini (qui). Dove potete anche sbirciare sulle varie celebrities segretamente e non-“addicted”.

Cosa fa l’ufficio della mia amica? Le foto che mi mostra sono davvero agghiancianti. Soprattutto sapere che i poliziotti devono intervenire coperti da capo a piedi con una tuta speciale per evitare la contaminazione. I bambini vengono prelevati da queste case, sottratti a questi folli, avvolti in una coperta e consegnati all’assistenza sociale. Quindi a lei che resta fuori dalle case in attesa di prelevare questi “pacchi”, innocenti e inermi.
Suo compito è trovare loro un affido e fare i modo che non si vengano più a trovare in queste situazioni.
I bambini, piccoli, piccolissimi, ma anche adolescenti, vengono subito portati presso la famiglia affidataria che provvederà alla loro cura. Nel giro poi di una settimana, massimo due, gli assistenti sono in grado di capire se la situazione è recuperabile, quindi se i genitori naturali sono collaborativi e disposti alla disintossicazione, oppure se si tratta di una causa persa. In quel caso il minore viene adottato.

Le chiedo quante volte le capita di andare a prelevare questi bambini.
La risposta è più agghiacciante della descrizione del tutto: ogni giorno!

That’s America!
Tag:  USA, Oregon, Meth, piaga sociale, reality, televisione

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni