Rocky Horror Live

Un carnevale di maschere, bizzarre parrucche e abiti succinti: ecco la rivisitazione moderna del musical rock per eccellenza

di Chiara Caretoni

Pubblicato martedi, 2 dicembre 2014

Rating: 5.0 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
L’atmosfera è surreale, quasi elettrizzante. Per ingannare l’attesa, alcuni ballerini della compagnia teatrale si mescolano tra la folla presente in sala e, complici guêpière, abiti kitsch e parrucche bizzarre, offrono un piccolo assaggio di ciò che gli spettatori vedranno di lì a poco: balletti irriverenti, selfie strampalati, lancio di stelle filanti e strombazzamenti vari. Insomma, un carnevale di maschere, travestimenti e colori che surriscalda a dovere la platea sempre più incuriosita.

E infatti, dopo una manciata di minuti, ecco confermata ogni aspettativa. Quello che ci appare davanti è travolgente, irriverente, dissacrante. Lo spettacolo in due atti Rocky Horror Live, tratto dal celebre musical rock (del quale tutti conoscono anche l’indimenticabile trasposizione cinematografica del 1975 con una giovanissima Susan Sarandon), conquista immediatamente il pubblico del Teatro Nuovo di Milano, sempre più divertito e coinvolto.

Quella messa in scena dal regista Lorenzo Fusoni e dai direttori artistici e musicali, Antonio Botti e Pietro Ubaldi, è una rivisitazione in chiave moderna, che, nonostante resti fedele alla versione originale, è capace di catturare l’attenzione dello spettatore, anche grazie ai dialoghi tradotti in italiano. Dieci attori - tra i quali spiccano i protagonisti assoluti, l’ambiguo Dr. Frank’n’Furter e gli innocenti sposini Brad e Janet – si alternano sul palco con la complicità di altrettanti ballerini professionisti che rendono dinamica e fluida la sequenza scenica. Ad accompagnarli, una live band di cinque elementi e cori eseguiti interamente dal vivo.

Tra strane macchinazioni, pazzi travestimenti e personaggi scandalosi (che cercano di veicolare la libertà sessuale), lo svago è assicurato. Il pezzo forte, poi, si chiama audience participation: il pubblico in sala può partecipare attivamente e interloquire con gli attori grazie a una serie di oggetti (un foglio di giornale, una carta, un guanto e una trombetta) di cui viene dotato all’ingresso. In tre parole: da non perdere.


Prossime date:
Marzo 2015 - Teatro Nuovo di Milano / Teatro UCC di Varese
Tag:  Rocky Horror Live, Teatro Nuovo di Milano, Teatro UCC di Varese, teatro

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni