Diario di una teenager : amore e odio per gli accessori

Ovvero in un anno in cui ci si può sbizzarrire, scopro gli accessori (che non ho mai amato) #Evesdiary

di La Redazione

Pubblicato mercoledì, 10 gennaio 2018

Rating: 5.0 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Ok, il nuovo anno è arrivato e i negozi ci propongono un sacco di accessori: appariscenti, da abbinare ogni tipi di look in ogni occasione.
 Personalmente non sono una grande appassionata degli accessori.

Guanti? Questi sconosciuti. Cappello? Sarai anche bello e trendy ma sulla testa degli altri, non sulla mia! Perché?? Fondamentalmente trovo che entrambi siano davvero scomodi, non mi facilitano i movimenti e quindi alla faccia delle condizioni atmosferiche, non li uso. 
Sono consapevole però, che sono una delle parti più importanti in un outfit e possono cambiare un intero look.
 La sciarpa invece è un accessorio a parte: generalmente ne indosso una per tutto l’inverno….che diventa un po’ come la coperta di Linus!! (scherzo!).  Detto questo, Inverno uguale accessori e sciarpa, cappello e guanti, importantissimi.
Tra i miei preferiti ad esempio, ci sono gli orecchini a cui abbino sempre un rosetto. Andiamo dunque a vedere, le tendenze di questa stagione e i sì e i no per ogni accessorio: 

Cappelli: Basco Berretti Cappelli con pelliccia quest'anno il cappello è di super tendenza: da quelli più bon-ton a quelli un po' più esuberanti, coloratissimi.
  • adoro il basco (su gli altri): aggiunge un tocco di classe un po’ francese…
  • No perché non valorizzano l'acconciatura, anzi distruggono la piega!!
Orecchini: non devono essere assolutamente minimalisti più si vedono meglio è.  Mi piacciono lunghi, maxi, pendenti e asimmetrici.
  • agli orecchini perché completano il look.
  • No perché si impigliano facilmente nelle sciarpe.
Rossetto: non è un vero accessorio perché appartiene al mondo del make-up, ma io lo considero tale , ovvero non fondamentale ma allo stesso tempo insostituibile per esaltare i look speciali. Infatti nella mia trousse sono immancabili i rossetti opachi ma quest'anno sono un must i rossetti metallizzati. I colori portanti di questa stagione sono colori scuri, nude e naturalmente il rosso. 
  • amo i rossetti opachi perché bisogna metterlo una volta al giorno e non preoccuparsi ogni due per tre che si sia sbavato.
  • No ai rossetti lucidi si sbavano immediatamente e rimangano sulle labbra ancora meno.
Sciarpa: sciarponi enormi che ricordano coperte dall'aria caldissime. La fantasia prevalente è a scacchi ma anche tartan, in diversi colori.
  • perché tiene un caldo immenso e caratterizzano il nostro look soprattutto se monocromo.
  • No perché molte sciarpe irritano la pelle e rimangono impressi tutti gli odori sgradevoli (fumo).
Guanti: realizzati in ogni materiale, con molte applicazioni. La grande novità sono guanti lunghi fino al gomito, eleganti da diva anni cinquanta. 
  • ai guanti senza le dita mi sento molto una rockstar.
  • No perché non riesco a usare con un semplice tocco il mio amato smartphone (a meno che non si comprino quelli fatti apposta).
Occhiali: enormi, tondi, squadrati ma super trendy gli occhiali senza lente o con la lente finta che danno un tocco nerd.

-Sì nulla completa un look come gli occhiali.
-No perchè si perdono con una facilità imbarazzante.
 
Insomma quest'inverno potete sbizzarrirvi con gli accessori. Per quanto mi riguarda cercherò di usare e creare outfit anche con gli odiati cappelli e i guanti. Spero di riuscire a usareli nel modo giusto e di apprezzarli il più possibile.

Ma per quanto rigurda gli accessori ricordatevi come dice Coco Chanel " Un uomo può indossare ciò che vuole. Resterà sempre un accessorio della donna."





A CURA DI EVA COVIELLO

@EVECOBÀ SU TUTTI I SOCIAL
Tag:  accessori, sciarpe, orecchini, rossetti, occhiali, cappelli, guanti

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni