I 5 stilisti emergenti più Interessanti (Per Me)

Nel vasto mondo di stilisti affermati e collezioni che invadono le passerelle, ci sono anche i giovani coraggiosi, che cercano di far sfilare le proprie idee e di farsi strada in un campo che è decisamente poco accogliente per un giovane. #EvesDiary

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Per arrivare a vedere una collezione realizzata, servono molti elementi: innanzitutto il talento e la creatività, un senso del gusto comune per poter creare qualcosa di nuovo e originale ma che piaccia al pubblico, la costanza di proseguire quando tutto sembra andar male, capitali da investire e questo è solo l’inizio della lista.  

Così ho deciso di fare una ricerca ed ecco, alcune delle giovani voci originali del mondo della moda. Cinque brand emergenti che forse non conoscete ancora.

•      Adam Selman
•      Attico
•      Kochè
•      Melita Baumeister
•      Sies Marjan
 
Adam Selman, (34 anni) nato in Texas in seguito ha deciso di spostarsi a New York (dove fa sfilare i suoi vestiti) e iniziare la sua grande avventura. Ha iniziato a lavorare del campo della moda come designer per le celebrity e ha creato i miglior look di Rihanna ad esempio. Adam progetta dai vestiti teatrali ai vestiti da sera e infine uno street-wear sempre divertente. Uno dei suo materiali prediletti è il denim
  • Sì: alla varietà del suo stile, nelle sue collezioni puoi trovare di tutto.
  • No: all'utilizzo di piume nell'ultima collezione (esagerate!).
Attico, è un marchio Italiano nato circa un anno fa in occasione di Milano Moda Donna. È composto da due designer italiane: Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini. Le collezioni sono l’insieme dei due stili personali opposti, due personalità differenti. Le stiliste creano capi pensando a loro stesse, a quello che loro indosserebbero. Appunto per questo hanno deciso di creare Attico, volevano un brand che le rispecchiasse al 100%. Gilda si occupa dei modelli e delle silhoutte invece Giorgia cura la direzione creativa e rappresenta la parte più femminile.
  • Sì: mi piace molto l’idea di creare abiti semplici da indossare. Troppo spesso troviamo vestiti bellissimi ma impossibili da mettere perché troppo sfarzosi, esagerati.
  • No: alle borsette a sacchetto decorate di piume (anche qui le piume!!) mi danno troppo vintage, se pur molto raffinate.
 
Kochè, è stata lanciato nel 2014 durante la Fashion Week a Parigi. Il fondatore e direttore creativo è Christelle Kocher (39 anni). Christelle sognava di diventare una stilista dall’età di 10 anni e il sogno si è avverato. Fonde lo stile raffinato con quello streetwear, l’obbiettivo è quello di essere bella indossando abiti comodi e confortevoli. Infatti nella sua ultima collezione abbina gonne, pantaloni con le classiche t-shirt sportive, che ricordano molto quelle dei calciatori.
  • : al suo urban outfit e il modo in cui è riuscita a trasformare semplici magliette da calcio in capi davvero unici.
  • No: alle applicazioni di fuori giganti sulle t-shirt sportive.
Melitta Baumeister, è nata in Germania, oggi vive a New York. È stata selezionta tra i 23 canditati al premio LVMH (Moët Hennessy Louis Vuitton) 2016 per i giovani designer. LVMH è nato nel 2014 ed è un concorso aperto a stilisti al disotto di 40 anni che abbiano creato almeno due collezioni. Il suo stile è senza dubbio minimalista, geometrico, preferisce utilizzare colori neutri. Ama lavorare con la plastica, il silicone, la pelle imbottita e molti altri materiali tecnici. Melitta continua a sperimentare nuovi modelli e materiali.
  • : Mi piace il fatto che utilizzi materiali insoliti per l’abbigliamento e non smetta mai di cercare cose nuove.
  • No: allo stile minimalista esiste una via di mezzo che trovo più adeguata
Sies Marjan, Sander Lak (33 anni), è Olandese, il nome del suo brand riunisce il nome dei suoi genitori ed è stato aperto nel 2016 . Fin dalla prima sfilata (a cui a partecipato anche Anna Wintour che era seduta in prima fila) il brand ha avuto molto successo. Lo stilista ha ottenuto recensioni così positive che Beyonce e Zoe Saldana hanno indossato subito i vestiti sul red carpet. Il marchio ha lanciato anche una linea capsule maschile.
  •  
  • Sì: penso che tutte dovremmo avere un capo di Sies Majan dato che è riusciuto a conquistare anche Anna Wintour. (:-)))
  • No: alle finte scarpe da tennis, ovvero suole più eleganti e il tallone libero a modi ciabatta.
Questi stilisti emergenti sono la mia top 5, ce ne sono però molti altri, che cercano di farsi spazio nell’affollato mondo della moda. Forse non è facile trovarli ma lo sforzo di cercarli, andando oltre quello che ci impone il mercato, ha sempre senso. SIATE CURIOSI!

Tag:  fashion, Fashinista, talenti emergenti, Giovani talenti della moda,

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni