MFW SS18: Grinko, stile punk metal per giovani trasgressive

Dal diario di #FashionEvissima: Alla Sfilata di Grinko... IO C’ERO!

di La Redazione

Pubblicato giovedì, 28 settembre 2017

Rating: 4.2 Voti: 6
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Quest'anno, alla mitica Milano Fashion Week, la super glamour settimana che ha reso il capololuogo meneghino tra le città più conosciute al mondo, c'ero anche io! Studentessa di moda, aspirante fashionista alle prime armi. Eccomi alle sfilate, un ambiente da film. E ora sono ancora più convinta di volerne fare parte (Dove? Come? Ancora non lo so... ma lo scoprirò presto!)

Ore 9:00, arrivo a Palazzo dell’Arengario con largo anticipo rispetto all’inizio della sfilata Grinko, uno dei designer emergenti, di origine russa. Il suo debutto è stato appunto qui a Milano, con la collezione autunno/inverno 2011-2012 “Pagliacci”, grazie alla quale ha fatto conoscere lo stile sfarzoso che si ispira alle sue origini.

L'anticipo mi permette di entrare in quel luogo sacro dove i look fioriscono sul corpo delle modelle prima della sfilata: il backstage!!
Come descrivere quello di Grinko in 3 parole?
Caotico, adrenalinico e affascinante.

Backstage e passerella: due mondi totalmente diversi. Eccoci dietro le quinte, un luogo confusionario e pieno di vitalità: vestiariste che corrono a destra e a sinistra per prendere gli accessori, modelle e modelli sorridenti, prevalentemente dell’Est - a giudicare dai lineamenti - che scherzano, fotografi e giornalisti che cercano di rubare qualche scatto e informazioni in anteprima. Una mescolanza di lingue dall’italiano all’inglese fino a quelle che vanno al di là della mia comprensione: un vero e proprio caos. Un'atmosfera bellissima, emozionante e carica di tensione positiva, che immagino diversa in ogni fashion show.

Ed è qui, da Grinko che ho ideato la mia personale definizione di backstage.
BACKSTAGE: È un luogo adrenalinico, un’atmosfera che rivivrei in loop, un ambiente in cui lavorerei molto volentieri.

Ma eccoci alla sfilata: questa di primavera-estate ha uno stile sportivo ma allo stesso tempo molto ricercato, che prende ispirazione dagli anni '90, per raccontare la Milano giovane (per i miei 19 anni, giovane va dai 16 ai 25 anni) della prossima primavera. I tessuti utilizzati sono morbidi e leggeri. In passerella hanno sfilato pantaloni/tuta da dove fa capolino lo slip a vita alta, crop top, abiti felpati o pieni di paillette, bomber con zip modificabili. Per quando riguarda le scarpe le modelle mantenevano l'equilibro su stivali con plateaux elevatissimi in stile punk-metal davvero stravaganti che danno un tocco in più all'outfit stile Lady Gaga. Negli accessori, invece, vengono utilizzati molto gli occhiali da sole, quasi a ricordare quelli da montagna.

Opinione di #FashionEvissima

- Sì agli slip che fuoriescono dal pantalone, è originale e per niente volgare, certo è un capo per una serata particolare e trendy, non per andare al supermercato... Se avessi l'opportunità, li indosserei subito (mi senti, Grinko?)
- Mi Piace:l'utilizzo di bretelle applicate a gonne, pantaloni e intimo. Perfetta la scelta della #musica #metal, perfettamente intonata alla collezione
- NO: I sandali che dovrebbero avere un design particolare che mi appare piuttosto banale.

Casting: in passerella, modelle di ogni genere non più magrissime e senza seno, ma dalle forme femminili per accentuare lo stile trasgressivo della collezione.

Per guardare il Livestreeming (@PeriscopeTV) della #sflilata di #Grinko clicca QUI

@Grinko_Official
grinko_milan

A cura di Eva Coviello
#FashionEvissima
Tag:  Milano Fashion Week, #MFW, sfilate, Grinko, Backstage

Commenti

28-09-2017 - 12:49:01 - Micaela
da questa moda A/I mi piacciono di piu' i paiette e ovviamente mi sono ispirata di questi comprando questo vestito https://stileo.it/donna/abbigliamento-donna/maglieria-donna/maxi-pullover-con-pailettes-solada_12767863 sara' l'autunno brillante :-)
28-09-2017 - 15:02:28 - Cocca
A me l'intimo che esce dai pantaloni, su un tessuto gessato piace da morire :-)))
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni