Di cuore e di coraggio. La mia storia, la mia cucina di Antonia Klugmann

La nuova giudice di Masterchef svela in un libro autobiografico la sua storia e il percorso che l'ha portata a diventare una chef stellata

di Silvia Menini

Pubblicato martedi, 23 gennaio 2018

Rating: 5.0 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Giunti Editore
C’è chi la ama e chi la odia. Antonia Klugmann, la nuova giudice precisa, rigorosa e intransigente di Masterchef, è stata indubbiamente una sorpresa per gli amanti del talent che ha visto l’ingresso di questa chef stellata del ristorante “L’Argine di Vencò”.

Per chi è curioso di conoscere qualcosa di più della nuova popolarissima chef, è uscito per Giunti Editore il libro autobiografico di Antonia Klugmann, dal titolo “Di cuore e di coraggio. La mia storia, la mia cucina.

Questo imperdibile libro propone oltre 60 ricette intermezzate dalla sua storia raccontata nel dettaglio per un totale di oltre 200 pagine di vita, sogni, dubbi, difficoltà ma anche successi e vittorie. Un percorso guidato dalla sua determinazione e che l’ha portata a essere ciò che è oggi: un vero talento della cucina italiana.

“Sono me stessa al cento per cento solo quando cucino. Quando ho la possibilità di pensare semplicemente a quello che mi piace: l’ingrediente e la cucina”.

Ecco allora che da ogni riga traspare il suo amore viscerale per la cucina, per cui ha lasciato la facoltà di Giurisprudenza dopo essersi resa conto che non rispecchiava quello che voleva fare veramente e che solo in cucina poteva considerarsi felice. E da qui la sua decisione di andare contro il parere dei genitori e iniziare la gavetta come lavapiatti e cameriera, in un’epoca in cui gli chef non andavano così di moda come invece oggi. Poi si è conquistata la posizione di commis di uno chef friulano, Raffaello Mazzolini, per quattro anni, raggiungendo sempre più responsabilità, per approdare poi a degli stage presso i ristoranti di Bruno Barbieri. Fino a quando, a causa di un brutto incidente in auto, ha dovuto dare una brusca frenata alla propria carriera che però non l’ha fermata nel raggiungimento dei suoi obiettivi. È stato infatti per lei il modo di ritrovare il contatto con la natura, coltivando l’orto, facendo camminate, raccogliendo e studiando le piante, instaurando così un rapporto tutto speciale con gli ingredienti.

“Alla fine di quell’anno ero pronta ad aprire il mio primo ristorante. Avevo ventisei anni.”

Per lei è importante, oltre alla cucina, anche l’ambiente in cui si lavora. Proprio per questo motivo ha scelto i colli friulani per aprire il suo ristorante, in provincia di Gorizia.

“A Vencò sento che la bellezza aiuta a concentrarmi, c’è pace ma al contempo non è così isolato, è un posto da cui ho la possibilità di connettermi e disconnettermi a seconda della necessità.”

Ma come è Antonia in cucina?

“Sono una persona ostinata, disordinata, determinata, egoista ed egocentrica. Tutte caratteristiche indispensabili per un cuoco. Direi che ho trovato un lavoro giusto per me.”

Caratteristiche fondamentali per sopravvivere in un ambiente ancora forse un po’ troppo maschilista, come lei ha precisato in più di una occasione.

L’arduo compito di giudicarla invece nel ruolo di giudice a Masterchef meglio lasciarlo ai lettori!


3 gennaio 2018, Giunti Editore
pp. 224
Prezzo di copertina €19,50
Tag:  Di cuore e di coraggio, La mia storia la mia cucina, Antonia Klugmann, Giunti, masterchef, biografia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni