La finestra di fronte

Dramma agrodolce che vede protagonisti i sogni e gli amori senza tempo. Con Massimo Girotti, Filippo Nigro, Serra Ylmaz, Giovanna Mezzogiorno e Raoul Bova. 2003 Regia di Ferzan Ozpetek. DVD distribuito in Italia da Cecchi Gori Home Video, 2003

di Anna Battaini

Pubblicato martedi, 5 ottobre 2010

Rating: 4.5 Voti: 15
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Foto courtesy of CG Home Video
Filippo e Giovanna sono una coppia insoddisfatta. Lui è lavoratore precario da tutta la vita, lei si divide tra i turni in una polleria industriale i figli e la passione per la pasticceria, confezionando torte che vende ad un bar del quartiere per arrotondare lo scarno bilancio familiare.
La sera in cucina si concede una sigaretta al buio spiando dalla finestra l'inquilino di fronte - ricco, single e in carriera - fantasticando su come la sua vita avrebbe potuto essere se invece che Filippo - eterno bambino, immaturo e inconcludente - avesse avuto al suo fianco un uomo come quello.

Durante una passeggiata lungo le vie di Roma i due si imbattono casualmente in Davide, un anziano signore in stato confusionale che dal principio non riesce nemmeno a ricordare il suo nome.
Filippo dovrebbe soltanto accompagnarlo al commissariato ma finisce col portarselo a casa, conquistato dalla sua fragilità.


Chi è questo sconosciuto privo di memoria?
Davide, che inizialmente dichiara di chiamarsi Simone, è il vero protagonista della storia, il perno attorno al quale tutti gli eventi ruotano, tanto quelli del passato che a tratti emergono dalla sua memoria, tanto quelli del presente.

Magistralmente interpretato da Massimo Girotti, scomparso subito dopo aver terminato le riprese del film che a lui è dedicato, Davide porta con se un atroce segreto e un amore mai dimenticato. Entrambi sono legati alla seconda guerra mondiale, ad una data terribile, il 16 ottobre 1943, giorno del rastrellamento nazista del "Ghetto".

E' il continuo andamento altalenante tra il passato e il presente a scandire i tempi narrativi dell'ennesimo capolavoro di Ozpetek.
Attraverso i tentativi atti a far recuperare la memoria a Davide anche gli altri personaggi compiono un viaggio alla ricerca di quanto con gli anni hanno smarrito: I sogni, i sentimenti, le passioni, gli obiettivi accantonati.

Starà poi a loro decidere a quali abbandonarsi e quali lasciare andare, quali vivere a fondo e da quali invece lasciarsi solamente sfiorare.
Sarà grazie alle parole di Davide che Giovanna riuscirà a dare una svolta alla sua vita e a trovare la forza di lottare per ciò che realmente è importante.
"Non si accontenti di sopravvivere, lei deve pretendere di vivere in un mondo migliore e non soltanto sognarlo. Io non ce l'ho fatta."

Davide vede in Giovanna un potenziale sopito di cui lei non riesce a rendersi conto, spingendola a coltivare la sua passione per la pasticceria che potrebbe cambiare la sua vita.
Una delle mie scene preferite è quella in cui Davide e Giovanna sono in cucina, lui le fa assaggiare la cioccolata e le chiede di descrivere il sapore, poi insieme si mettono ai fornelli.

Questa pellicola ha conquistato ben 5 David di Donatello ( tra i quali quello a Massimo Girotti come miglior attore protagonista) e 3 Nastri d'Argento, oltre ad i premi per la canzone di Giorgia "Goccie di Memoria"
Una menzione particolare va alla bravissima e simpatica Serra Yilmaz che sta ad Ozpetek come Rossy de Palma ad Almodovar.

Da gustare la sera, con un dessert al cioccolato o con una tavoletta di cioccolata fondente e un bicchiere di rum d'annata.
Tag:  La finestra di fronte, Ferzan Ozpetek, Massimo Girotti, Cecchi Gori Home Video

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni