Alexander Smith London. Per guardare tutti dall’alto

Nulla di classico. Tutto grintoso e fortemente caratterizzante. Questo e molto altro è Alexander Smith London

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Photo by No Words
Accogliere l’imminente bella stagione con un colore laminato è il nuovo must. Scegliere un brand che si distingue per il suo carattere travolgente, ma anche per le scelte accattivanti e decise che intraprende è la logica conseguenza. 


Photo by ViolaBlanca
Colori metallici, borchie, strass. Ma soprattutto altezza, altro elemento che identifica marcatamente queste scarpe (non temete, grazie all'utilizzo di piattaforme e di platò, la calzata è assolutamente confortevole).

Gli elementi di tutta la collezione sono fortemente caratterizzanti, soprattutto quando si tratta del rame, presente nelle linee dallo Sport al Casual, passando per l'Urban e la Prima Linea.


Photo by No Words
Senza dimenticare la qualità e la sferzata d’energia capace di suscitare un’occhiata a queste preziosissima collezione che allo scorso White di Milano ha ottenuto una grande visibilità.

Le creazioni di Alexander Smith London sono italianissime, ma mostrano già al primo sguardo una forte impronta londinese.

Photo by No Words
Quella che ha ispirato il marchio e che battezzano la linea come decisamente innovativa.   

"Alexander Smith, un prodotto mai banale".

Non solo scarpe. Grazie al cielo. Fortunate noi. Must have della nuova collezione l’esclusivo porta-occhiali, realizzato nelle stesse varianti delle calzature, per stravolgere con un tocco di classe, per affermare nuovamente la grande forza dell’accessorio nella creazione di look davvero fuori dall’ordinario.


Special thanks @No Words Communication Services
Tag:  Alexander Smith London, scarpe, altezza, borchie, rame, porta-occhiali

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni