Alla scoperta del tacco 12

Indiscusso simbolo di femminilità, nato ben 500 anni fa, con pro e contro per la salute delle donne

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Insieme ad abiti, borse e cosmetici, le scarpe sono tra gli acquisti preferiti di ciascuna donna italiana, che compra in media cinque paia di scarpe ogni anno (shoes addicted escluse, of course) scegliendole con prezzi preferibilmente tra i 50 ed i 100 euro o di poco superiori al centinaio.

Il periodo preferito per gli acquisti è generalmente quello dei saldi, per potersi portare a casa (a prezzo ridotto) un piccolo e ambito tesoro da riporre nella propria scarpiera.

Ma se le donne italiane surclassano gran parte delle europee per numero di acquisti e budget relativi alle calzature, queste hanno anche un altro primato: se devono comprare scarpe dotate di tacco, scelgono generalmente una misura di almeno 10 cm, a pari merito solo con le donne inglesi, mentre nel resto d’Europa sono preferiti tacchi di dimensioni più contenute.

Sull’origine delle scarpe con il tacco, le opinioni degli esperti non concordano. Secondo alcuni le prime scarpe con il tacco furono realizzate ben 500 anni fa per Caterina De’ Medici, che le commissionò in occasione del suo matrimonio con il Duca D’Orleans, come simbolo di femminilità, ricchezza e potere.

Altri studi ipotizzano che le scarpe con il tacco fossero utilizzate già dagli antichi Egizi e in Persia, dove erano utilizzate dagli uomini come calzature per l’equitazione allo scopo di avere una postura più salda e sicura in sella al cavallo.

Ma se anche sono nate come calzature maschili, i tacchi alti rappresentano ormai un simbolo indiscusso di femminilità e sensualità.

Sondaggi di settore hanno rivelato che gli uomini apprezzano i tacchi alti più di qualsiasi altro indumento o accessorio femminile: più delle calze a rete, ad esempio, o di una minigonna. E le donne, ovviamente, non la vedono diversamente, identificando le calzature tacco 12 come simbolo di sensualità, femminilità e raffinatezza.

Con un tacco 12 ai piedi, le donne si sentono slanciate, aggraziate e sensuali e questo giova allo loro autostima. Ma i benefici dei tacchi alti non finiscono qua: la muscolatura di polpacci e cosce è rinforzata, così come avviene per le caviglie, mentre il bacino e le anche si fanno più sciolte grazie all’andatura leggermente oscillante che deriva dall’uso dei tacchi.

Tra i medici, c'è comunque chi vede le scarpe a stiletto come dannose per alcune parti del nostro corpo: alterazioni muscolari, alluce valgo, dolori alla pianta del piede, infiammazione dei tendini dei piedi, postura scorretta (poiché il tacco spinge la donna ad inarcare troppo la schiena in avanti) e secondo alcuni le continue sollecitazioni dell’uso dei tacchi alti favorirebbe addirittura la schizofrenia.

Che siano contrari o meno all’uso del tacco 12, tutti i medici concordano sul fatto che sia bene utilizzarlo con moderazione: per brevi tragitti, per non più di tre ore al giorno e alternandone l’uso a calzature comode, con tacchi di 4-5 cm o ancora meglio da ginnastica.

Uno studio ha dimostrato che la pendenza del piede in base al tacco, dipende comunque dalla misura della calzatura indossata: un tacco 12 per una donna che calza un 36, implica una pendenza del 30%, mentre per una che calza un 38 è circa del 26% e per chi calza un 40 del 23%.

Se proprio non riuscite a rinunciare al tacco alto, ricordate alcuni piccoli accorgimenti: passi corti e frequenti, niente slanci di gamba che danneggerebbero i legamenti e infiammerebbero i tendini, ginocchia leggermente sollevate per evitare l’effetto “suola strofinata” che rischierebbe peraltro di causarvi pericolose cadute…e brutte figure in pubblico!

A proposito, curiose di conoscere le scarpe con il tacco più alto realizzato al mondo? Si tratta di uno stivaletto che ha un tacco da 51 cm accompagnato da 43 cm di plateau ed è stata creata nel 2004 dall’indiano James Syiemiong. È quasi superfluo dirlo, ma rientra nel Guinness World Record.

 
Tag:  Tacco 12, scarpe, calzature, James Syiemiong, Guinness World Record, saldi, acquisti

Commenti

29-01-2014 - 12:37:50 - anonimo
in quanto utilizzatrice quotidiana e a qualsiasi ora del giorno dei tacchi alti, non posso che dire... bell'articolo!! e grazie!! :)
13-05-2015 - 16:22:09 - anonimo
che noia mortale
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni