QuotaD

Donne e media: GMMP 2010 0

I risultati della ricerca curati dall'Osservatorio di Pavia

Probabilmente non ci avete mai fatto caso, ma anche le notizie hanno, per così dire, un sesso. E chi fa notizia in Italia? Soprattutto gli uomini! La presenza femminile nelle notizie, infatti, è limitata ad un misero 19% e ben 1/4 di queste donne sono citate in quanto vittime. Gli “esperti” sono uomini nell’86% dei casi, mentre le donne reporter – anche se quantitativamente di poco superiori ai colleghi maschi – ci informano su media, arti, sport, celebrità, scienza e salute. Solo il 26% delle g...LEGGI

Le donne d'Italia ci sono! 0

Un nuovo tessuto femminile, a metà strada tra le attiviste e le donne comuni. Tutte insieme per una maggiore consapevole...

L’eco del grido “Se non ora, quando?” che ha  animato  le piazze italiane il 13 febbraio scorso, rimbalzato dai muri virtuali della rete, è arrivato fino all’8 marzo e lo ha riempito di nuove aspettative e di un rinnovato entusiasmo. Mai come quest’anno la “Giornata Internazionale della Donna” è stata caratterizzata da una vasta proposta  di iniziative che hanno mobilitato donne di diversa estrazione sociale e orientamento politico: un modo per ricordarci che l’Italia non è un paese per donne, m...LEGGI

Quote rosa nei CdA: certe donne arriveranno 2

Il ddl supera l'esame anche in commissione Finanze al Senato

La commissione Finanze del Senato ha approvato all’unanimità - dopo averlo rigettato una prima volta ieri -  l'emendamento presentato dalla senatrice Germontani (FLI); settimana prossima andrà in aula per il voto, in seguito dovrà essere approvato anche dalla Camera. Il testo obbliga le società quotate in borsa ad assicurare nel CdA “l’equilibrio tra i generi. L’equilibrio si intende raggiunto quando il genere meno rappresentato all’interno dell’organo amministrativo ottiene almeno un terzo degl...LEGGI

Le donne vogliono un' "Immagine differente" 3

Un sito, un comitato e una disegno di legge per un'immagine non sessista della donna sui mezzi di comunicazione

Un paio di natiche (femminili ovviamente) in bella vista, una coppia di ragazze che, sguardo malizioso e atteggiamento invitante, leccano un gelato. Sono le immagini di una campagna pubblicitaria di una marca di abbigliamento apparse in questi giorni a Milano. Non occorre grande fantasia per intuirne il significato: l'allusione sessuale è così esplicita da non aver bisogno di commenti. E’ solo l’ultimo esempio di una tendenza che sembra inarrestabile. Corpi femminili esibiti, denudati, spesso ac...LEGGI

"Fatti più in là" 0

Ecco perché dire sì alle quote rosa nei consigli di amministrazione delle aziende

In occasione della discussione di oggi al Senato della proposta di legge sulle quote nei cda, abbiamo intervistato Monica D'Ascenzo, giornalista e scrittrice sempre dalla parte delle donne, che ha pubblicato proprio qualche settimana fa il volume "Fatti più in là. Donne al vertice delle aziende: le QUOTE ROSA nei CDA". E speriamo, in questo modo, di alimentare un dibattito importante e interessante, in modo che sia il preludio di un cambiamento. Ma questo cambiamento, se non arriva dalle stanze ...LEGGI

Il cda non rispetta le pari opportunità 0

Sciolto il cda di AMAP, municipalizzata palermitana

Ci sono voluti coraggio e determinazione per portare avanti una battaglia che l’ha contrapposta anche ai suoi colleghi di partito, ma Stefania Munafò, vice capogruppo consiliare del pdl al Comune di Palermo, è arrivata fino alla fine. E ha vinto. Il TAR della Sicilia, infatti, in una recente sentenza ha accolto il ricorso contro AMAP, azienda municipalizzata di Palermo, colpevole di non aver rispettato il principio di pari opportunità sancito nello statuto comunale. La pronuncia dei giudici sici...LEGGI

Donne dicono NO! continua... 1

Le iniziative non mancano e abbiamo chiesto a Sara Mago di raccontarci in cosa consistono

Dopo il grande successo dell'iniziativa Donne dicono NO!, conclusasi il 31 gennaio e che ha visto partecipi 161.000 donne, Sara Mago continua la campagna allargando il raggio d'azione. L'abbiamo intervistata per approfondire. La settimana dedicata all'iniziativa “DONNE DICONO NO!” è terminata ma gli iscritti alla pagina non si sono fermati. Pensi che questa campagna possa continuare, al di là dello spazio temporale in cui era prevista? In sostanza mi hanno pregato di continuare, perché, testual...LEGGI

Se non ora, quando? 0

Più di un milione in piazza, e non solo per la dignità delle donne

Un milione, e posso dire "Io c'ero". In una Milano uggiosa e umida più che mai, Piazza Cairoli si è subito scaldata al grido di "Se non ora, quando? ADESSO!". E calda è rimasta per ore, fino a quando la musica a tutto volume non ha ufficialmente chiuso la manifestazione. Donne, uomini, bambini, giovani e non giovani, madri e padri di famiglia che per una domenica pomeriggio hanno vestito i panni dei cittadini che non ci stanno e che reagiscono. Tanti volti e niente bandiere, solo qualche strisc...LEGGI

Le Donne che dicono NO! si mobilitano 1

Sara Mago e la "Società usa e getta" continuano a stupire

Le donne che hanno aderito all'iniziativa promossa su Facebook dal 24 al 31 gennaio non hanno smesso di dire NO e di proclamarsi contrarie alla mercificazione e strumentalizzazione della donna. Si sono invece unite ancor di più e hanno continuato ad organizzarsi per sostenere le proprie idee, tanto che le iscritte alla pagina sono arrivate a 161.343. (Pagina di FB dedicata all'iniziativa: http://www.facebook.com/event.php?eid=195102547172157&index=1") L'iniziativa era nata da Sara Mago, pseudon...LEGGI

Bel programma, ma senza donne 0

Anche il Movimento 5 Stelle con poche donne in lista e con un giovane candidato sindaco. Maschio.

A Milano siamo già in piena campagna elettorale. Il Movimento 5 Stelle, nato dalle idee e dalla comicità dissacrante di Beppe Grillo, propone un candidato sui generis, Mattia Calise, ventenne, studente, maschio. Noi lo abbiamo intervistato e siamo state davvero senza peli sulla lingua. Essì, perché anche il M5S ha poche donne. Tutte a fare la calza? Ancora??? Ebbene, pare che le volontarie non ci fossero. Ma qualcuno ci crede? Le prime tre cose che farai qualora fossi eletto sindaco? Riaprire l...LEGGI
ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni