Giornata informativa per donne che hanno subito abusi nell'infanzia

Un'importante iniziativa promossa dall'Associazione Meti per conoscere i Gruppi A.M.A. e il sostegno che possono portare alle vittime di violenze e abusi

di Silvia Menini

Pubblicato venerdì, 27 febbraio 2015

Rating: 5.0 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
È un argomento attuale, purtroppo. Sempre troppo. Ma è anche sempre più l'attenzione mediatica sulle vittime di violenze e abusi. L'attenzione in generale è cresiuta, e questo è un primo passo per sconfiggere questo male che attanaglia la nostra società.

Spesso però sono le vittime stesse che hanno paura a parlarne, forse per vergogna o per timore di non essere comprese, finendo per vivere nella minaccia e nel terrore, incapaci di sentirsi al sicuro.

Ecco che il Gruppo A.M.A. offre sostegno collettivo per dare spazio a emozioni, pensieri e paure. 

Il 1 marzo 2015 l’Associazione Meti, per la tutela degli abusati, terrà una giornata informativa presso il WOW Spazio Fumetto di Milano. Interverranno: Laura Monticelli, Presidente dell’Associazione, la Dottoressa Chiara Bertonati, psicologa e psicoterapeuta presso il Centro TiA.M.A. per in tema “Bambini feriti: il funzionamento post-traumatico, Cristina Ghiglia, arte-terapeuta per il tema “L’arte come cura del Sé", Carla Basciano, Professional Counselor e facilitatrice Gruppo Kore e Alessandra Gianotti, facilitatrice Gruppo Luce che porterà testimonianze a supporto della discussione. Infine il Quartetto Afea porterà come contributo all'importante iniziativa “La Musica che apre l’Anima”.

Per informazioni scrivete a: info@assometi.org

Incontro: ore 10.00
presso WOW Spazio Fumetto  
Viale Campania 12, Milano
Tag:  Associazione Meti, donne vittime di abusi, sostegno collettivo, Gruppo A.M.A., DSPT, WOW Spazio Fumetto

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni