Re-Born, sponsor del calendario MRS contro la violenza sulle donne

Non un vino, ma un progetto volto a sesibilizzare i turisti nei confronti del territorio del prosecco

di Silvia Menini

Pubblicato giovedì, 18 dicembre 2014

Rating: 5.0 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Re-Born non offre un semplice vino. Re-Born offre cultura enologica, offre la conoscenza e l’esperienza dei soci fondatori, oltre a un straordinario territorio da scoprire. Il tutto come parte integrante di un prodotto di eccellenza sulla cultura del Bello e del Buono.

Re-Born è un’azienda il cui obbiettivo è valorizzare ciò che la terra del Prosecco offre, anche attraverso la cultura del cibo oltre che del vino.

Il territorio, nella sua più ampia concezione, viene analizzato e studiato e, una volta che ne vengono individuate le eccellenze, le specificità e le caratteristiche, viene aggiunto un pizzico di brio con luoghi da visitare, siti artistici, per offrire svariati format che si adattino a ogni esigenza. Un progetto che suscita emozioni, che coinvolge, che trasmette dei contenuti che rimarranno per sempre nel bagaglio di ricordi di quei turisti che hanno la fortuna di vivere questa esperienza.

Re –Born ha ideato delle 'Gustione', i luoghi della degustazione del Gusto, dove si raccontano e si assaggiano i prodotti sapientemente selezionati. Inoltre, a completamento, Re-Born organizza percorsi enogastronomici per conoscere le aree in cui il Prosecco nasce e trova la sua unica espressione.

Nata dall’idea di Elena Schipani e Francesca Ceron, conosciutesi durante il Master Universitario alla Cà Foscari sulla Cultura del Cibo e del Vino, Re-Born si è presto affermata e ha raccolto numerosi consensi.

Cosa aspettate allora a vivere un’intensa esperienza culturale nella terra del Prosecco?

Per visitare il sito clicca qui

Tag:  Re-Born, Prosecco, Calendario MRS, Violenza contro le donne, Elena Schipani, Francesca Ceron

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni