Nel buio una luce. Federica, non sei sola

Un lavoro e il quinto figlio in arrivo danno una speranza alla vedova di Bovolenta

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
A come Amore.
A come Alessandro-Arianna-Aurora-Angelica.
A come Andrea, se sarà maschio
.

La protagonista di questa storia è Federica Lisi, ex pallavolista nonché vedova di Vigor Bovolenta, il centrale trentasettenne scomparso lo scorso 24 marzo a Macerata nel bel mezzo di una partita di pallavolo.
Una morte, la sua, che ha spalancato le finestre di una primavera drammatica per lo sport italiano, colpito poche settimane dopo da un'altra tragedia, la scomparsa di Piermario Morosini.

La perdita di una persona cara, che si tratti di un compagno, un padre, un figlio o un amico, trascina lentamente per giorni, mesi, anni le sue correnti di dolore. Un dolore difficile da lenire, ma sul quale provare a ricostruire una vita.
 
Federica non dovrà voltare pagina. La pagina è lì, e lì resterà. Quel che lei e ognuno di noi potrà e dovrà fare è arricchirla di frammenti di vita, colorarla di pensieri felici e ricordare. Non smettere mai di ricordare.
 
Federica non era soltanto una moglie, ma era e resta soprattutto una madre, di quattro figli piccoli. La Federvolley italiana le si è stretta attorno, offrendole un lavoro nel proprio organico e un contratto a tempo indeterminato. La giovane mamma potrà pertanto contare su un aiuto economico dal mondo che le ha dato e tolto drammaticamente tutto, ma che non la lascerà sola.
 
Nel buio una luce. Una nuova nascita è alle porte. A confessarlo la diretta interessata. "Sto uscendo adesso dalla dodicesima settimana di gravidanza - conferma Federica - Spero con tutto il cuore che sia un maschio, anche se è ancora presto per saperlo. Ma non lo chiamerò Vigor, come mi hanno già chiesto in tanti. Perché Vigor era un altro, e vive già in ognuno dei suoi figli. Vorrei che fosse maschio perché Alessandro è solo in mezzo a tre bambine ed era tanto che ci chiedeva un fratellino con cui poter giocare".
 
Sarà maschio o femmina? Somiglierà al padre o alla madre? È presto per rispondere a queste domande. L'unica certezza è che il suo nome comincerà con la lettera A, come da tradizione nella famiglia di Federica. "Dopo Alessandro è arrivata Arianna, era il nome che avevamo scelto se il primo fosse stato una femmina. Arianna ha quattro anni, le gemelline Aurora e Angelica un anno e quattro mesi. Se sarà un maschio, il nome più gettonato da Alessandro è Andrea".
 
A come Amore.
Tag:  Federica Lisi, Vigor Bovolenta, pallavolo, Federvolley italiana, madre, lavoro, A

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni