Mildred Pierce

Il (melo)dramma-tv di Todd Haynes capace di stupire e commuovere gli spettatori

di Olivia Saccomandi

Pubblicato venerdì, 10 febbraio 2012

Rating: 4.1 Voti: 17
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Il regista Todd Haynes firma questo prodotto impeccabile e straordinariamente raffinato.

La miniserie, prodotta da HBO, è basata sull’omonimo romanzo di J.M. Caine, che già nel 1945 venne adattato per il cinema.

La stupenda Kate Winslet porta, sul piccolo schermo, tutta la maestria di cui è capace impersonando la carismatica Mildred Pierce, donna coraggiosa e anticonformista, capace di precorrere i tempi. 


La miniserie è ambientata nella Los Angeles degli anni '30 e lo spettatore segue, per alcuni anni, la vita turbolenta di Mildred che dopo essere stata lasciata, per un'altra donna, dal marito Bert, deve provvedere a mantenere se stessa e le due figlie.
Comincerà lavorando come cameriera in una tavola calda e finirà aprendo una catena di ristoranti di successo. Non si svela altro della trama perché vale la pena gustare le sorprese che questo interessante esperimento, a metà tra cinema e televisione, riserva.

È importante, però, notare quanto il regista sottolinei bene il rapporto controverso e distruttivo che lega Mildred alla primogenita Veda. La giovane, nel corso del tempo, cova infatti un risentimento profondo nei confronti della madre, che considera volgare e provinciale; per contro, la protagonista continua imperterrita ad adorare la figlia, assecondando tutti i suoi capricci e rendendola, così, sempre più viziata. È proprio questo il perno centrale della serie: l'amore incondizionato che Mildred prova per la dispotica ed egoista Veda, impersonata magistralmente da una glaciale Evan Rachel Wood.
 
Sullo sfondo di questa faida femminile compaiono figure sbiadite di uomini deboli: dall'indeciso, nonché fedifrago, ex-marito Bert al farfallone e dilapidatore di patrimoni Monty; paiono tutti burattini privi di volontà nelle mani delle due protagoniste che, invece, sono figure forti e volitive.
 
Mildred Pierce ha vinto cinque Emmy, tra cui quello per la miglior colonna sonora. Cifra distintiva del talentuoso Haynes è, proprio, l’attenzione alla musica. Tanto che due suoi celebri film, come Velvet Goldmine e Io non sono qui, sono rispettivamente dedicati al glam rock anni ’80 e alla figura del cantautore Bob Dylan. 
Così, anche in questo caso, è la musica ad assumere un’importanza particolare, con una Veda, non ancora maggiorenne, che scopre di possedere una naturale predisposizione per il canto lirico. Uno dei momenti più struggenti della pellicola è difatti  quello in cui la giovane, all’apice del successo, canta estasiando e commuovendo il pubblico della Filarmonica di Los Angeles.
 
La serie a puntate Mildred Pierce è già andata in onda in Italia su Sky nell’ottobre 2011.
Ma si consiglia vivamente, a chi non avesse avuto modo di vederlo, di scovare le repliche e godersi questo splendido film-tv.


MILDRED PIERCE
Regia: Todd Haynes
 
Cast: Kate Winslet, Evan Rachel Wood, Guy Pearce,  Melissa Leo, Brian F. O’Byrne
Genere: Drammatico
Durata: 290 minuti
Paese: Stati Uniti d’America
Uscita in USA: 27 marzo 2011
 
Tag:  Mildred Pierce, Kate Winslet, Todd Haynes, Los Angeles, HBO

Commenti

10-02-2012 - 16:14:04 - filippa
la scena in cui lei canta il pezzo de la regine della notte dal flauto magico è da brividi
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni