I piatti dimenticati di Rita Monastero

Ricette per non smarrire sapori e tradizioni del passato

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Gribaudo
Ci sono ricette che resistono all’avanzare del tempo, alle mode, dell’innovazione culinaria perché portano dentro di sé due elementi fondamentali: la tradizione e la passione. La passione di un piatto creato per far riunire la famiglia a tavola, la passione di ricreare una ricetta tramandata di generazione in generazione, la passione per la semplicità.

Nel suo libro “I piatti dimenticati” edito da Gribaudo, l’autrice Rita Monastero ha raccolto decine di ricette semplici, talvolta quasi frugali, che fanno subito fare un tuffo indietro nel passato, travolgendo con la loro genuinità e bontà.

Ricette in cui il pane avanzato non è scarto ma re della pietanza diventando polpetta, budino o frittata, in cui ingredienti semplici come patate o riso che diventano protagonisti di un piatto: tanti sapori genuini e semplici che sanno di casa, di famiglia, di condivisione.

Alle ricette si aggiungono ricordi, storie, aneddoti, racconti, che conferiscono al piatto ancora più autenticità e valore, perché agli ingredienti e ai sapori si somma il valore affettivo e quello della tradizione tramandata nel tempo.
Minestre, zuppe, polpette, tortini, frittate, sughi, fritture e molto altro: tantissime ricette per non smarrire sapori e tradizioni del passato.

L’autrice Rita Monastero ha già pubblicato con Gribaudo “Pasta madre” (2013), “Pani dimenticati” (2015) e “I dolci dimenticati” (2016). È traduttrice, scrittrice e insegnante di cucina in scuole prestigiose come quella del Gambero Rosso, è membro della Federazione Italiana Cuochi e insegna cucina in Italia e nel mondo. 


Febbraio 2017, Gribaudo
pag. 200
prezzo di copertina €12,90
Tag:  I piatti dimenticati, Rita Monastero, Gribaudo, Ricette, Tradizione, Sapori, Passato

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni