La donna dell’Alpino

Dietro ad un grande uomo c’è sempre una grande donna

di Andrea Vercelli

Pubblicato martedi, 17 maggio 2011

Rating: 5.0 Voti: 24
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Torino è una bella città. E lo è ancor di più nei giorni di festa. Mi piace paragonarla ad una donna anziana e raffinata che, la domenica, si mette un bel vestito color panna e, sorridente, passeggia per le vie del centro. Gli anni sono passati per Torino, il suo fascino no.

L'altra settimana Torino ha ospitato una moltitudine allegra e festante di Alpini, per l’ottantaquattresima Adunata Nazionale

Scendere per le strade della città è stato davvero divertente. Botti di vino ad ogni angolo. Fanfare improvvisate, canti e sorrisi dovunque. Una folla pacifica e allegra che è sciamata per ogni viale cittadino. I parchi sono diventati per tre giorni campi per tende, camper e roulotte dove, fino a tarda notte si levavano cori e gentili schiamazzi.

Il corpo degli Alpini è davvero unico per il suo spirito solidale. Sono davvero tutti fratelli. Si sentono una famiglia e come famiglia si comportano.

Gli alpini amano le donne e le rispettano. Nei loro confronti hanno una galanteria fuori del tempo, direi fiabesca.
Anche con una buona dose di alcol in corpo non cedono mai ad un commento volgare o indesiderato. Si limitano a cantar loro una serenata ed accompagnarle con le loro folcloristiche camionette fino a destinazione.
Perché l'Alpino sa quanto è importante una donna.
Dietro ad un uomo forte c'è sempre una grande donna, diceva qualcuno di cui non ricordo il nome.
Durante la prima guerra mondiale, nelle trincee di montagna c'erano le donne che portavano agli Alpini i rifornimenti. Le portatrici carniche che, con le loro gerle riempite di viveri, instancabili, raggiungevano i loro uomini in cima alle vette.
L'Alpino è riconoscente al popolo delle Donne e lo celebra nei canti, nelle dediche, nei ricordi.

E' vero, se non si ha una donna accanto ci si sente molto soli. Abbiamo la metà delle forze e del coraggio.

Una donna ti rende ai piaceri della vita e ti regala la prospettiva.
Una donna ci rende immortali e più simili a Dio.

Maschietti, incrociate gli occhi di un Alpino mentre guarda una donna. Li vedrete brillare in un misto di amore, riconoscenza e passione, in uno sguardo pulito ed irriverente.

E voi donne fatevi guardare da un Alpino e vi sentirete allo stesso tempo corteggiate, protette e, soprattutto, rispettate.

Alpini, ci si vede a Bolzano il prossimo anno!
Tag:  Alpini, Montagna, Prima Guerra Mondiale, Donna, Carnia, Adunata, Torino

Commenti

17-05-2011 - 08:18:29 - anonimo
;->
17-05-2011 - 09:59:27 - toni
broavo bocia! http://www.youtube.com/watch?v=fPaB7vOoBMM&feature=related
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni