Bikini VS intero: un duello senza tempo

Superbo, sexy, accattivante, oppure easy e semplice. Rigoroso o minimal. Intero o due pezzi. A voi la scelta, le alternative per l’estate 2010 di certo non mancheranno

di Dea Mazzilli

Pubblicato martedi, 1 giugno 2010

Rating: 4.4 Voti: 14
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Il costume da bagno è l’indiscusso compagno delle nostre giornate estive fatte di tintarelle e aperitivi, di cene a lume di candela e di grigliate in spiaggia.
La vostra Dea è qui per suggerirvi alcuni tra gli stili più gettonati per la prossima estate 2010.

Con il black and white vi sentirete come Sandra Dee in “Scandalo al sole”.
L’intero scollato e nero è davvero sensuale, soprattutto se unito ad un pareo bianco latte in seta, cappello a tesa larga, occhialoni anni sessanta e infradito rasoterra. Passeggiate al tramonto con la vostra borsa di paglia grezza e i capelli raccolti in maniera casuale; sarete un sogno ad occhi aperti!
Il bikini, invece, vi darà la possibilità di sbizzarrirvi: reggiseni a fascia, triangoli imbottiti e non, push-up, slip con i laccetti (che stanno bene a tutte ndr), brasiliane se avete glutei tonici, mutandina anni settanta a vita bassa se siete più burrose; sopra uno short in cotone e un camicione in lino trasparente, mentre a ripararvi gli occhi dal sole e a liberarvi il viso dai capelli sciolti e sbarazzini, una visiera. Ora si che potrete sfrecciare sportive e cool con rollerblade e bike sul lungomare infuocato: anche i gabbiani si gireranno per ammirarvi!

La verde Amazzonia, il Madagascar con i suoi tramonti, il blu intenso dell’Oceano.
Il corpo filiforme veste perfettamente un bikini semplice: reggiseno a triangolo, slip con laccetti e tinte che riprendano le sfumature della natura - vietati drappeggi e push up esagerati. Sopra adagiate un copricostume del colore che più accende la vostra abbronzatura, un foulard tra i capelli e infradito in paglia.
Attenzione, sempre e comunque, a non varcare la sottile linea rossa del buon gusto: il costume deve scoprire nei punti giusti, quindi schiena rigorosamente nuda e linee pulite. Un gonnellone in cotone leggero tinta unita ed un cappello di paglia grezza, poi, vi faranno sentire all’altezza di ogni “occasione da ombrellone”, dall’alba al tramonto, e anche dopo..

Vi piace osare, allora osate anche in spiaggia! E fatelo con le paillettes. Fucsia, verde acido o blu, i lustrini si adattano ad ogni tipo di carnagione e di personalità.
Per l’intero night and day il consiglio è di creare un punto luce sul seno per valorizzarlo. Ma non esagerate con i colori sgargianti, optando piuttosto per un blu, altrimenti rischiate di essere pacchiane. Abbinate una mini in jeans un po’ “consunta e sdrucita” a vita bassissima o un pantalone in seta largo e ultraleggero.
Ventenni e sbarazzine? Paillettes coloratissime: sul seno, ai bordi del costume e sulla mutandina, perché al mare – fisico permettendo - tutto è concesso! Per chi porta una seconda misura e vuole passare ad una quasi-terza di tutto rispetto, il reggiseno a fascia costellato di sberluccicanti lustrini è la scelta ad hoc per voi. Invece per le più formose ancora una volta la proposta cade sul triangolo easy e una coulottina tinta unita abbinata. Quindi infilate i vostri short preferiti e calzate un paio di Converse All Star: sarete belle come il sole e pronte per lanciarvi alla conquista della vostro amore estivo.


Niente mascara, niente rossetto, niente matita; il make up concesso è al massimo un burro di cacao per ammorbidire ed illuminare le labbra. Stop.
Buona tintarella glam a tutte! Vi amo abbronzantissime sirenette rosashokking!
Tag:  costumi da bagno, estate 2010, pailettes, infradito, spiaggia

Commenti

21-10-2012 - 14:52:34 - eugenio
BiKini
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni