Un giorno da parigina

Dalla mattina alla sera, un look perfetto per la città più romantica del mondo

di Dea Mazzilli

Pubblicato mercoledì, 18 maggio 2011

Rating: 4.6 Voti: 25
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Parigi, amiche di MRS: la città che ha dato i natali artistici a Picasso e Louis Vuitton, lei che vide passeggiare Oscar Wilde e che gelosa custodisce oggi le spoglie di Jim Morrison e Coco Chanel, lei che frenetica, ma nello stesso tempo lenta, s’impone nel mondo della moda nel più semplice e disinvolto dei suoi stili… ai piedi della celeberrima Tour…

Di giorno, di corsa su e giù per le scalinate del metrò affollato, di notte ai bordi di Pialle, dove tutto è possibile… Ecco a voi:

Un giorno da Parigina

Per il mattino: un abitino colorato di impalpabile seta o dolce mussola di cotone abbinato ad un comodissimo leggins tinta neutra e ad un golfino in viscosa leggerissimo, saranno l’idillio perfetto. Il tutto accostato ad una maxi bag morbidissima in pelle nelle nuances del caldo cuoio o del freddo cobalto, completando il look con un’acconciatura distratta ed appena accennata e un tocco di made in Paris con un basco dai toni briosi appena appoggiato sul capo.
Place Vendome è ad un passo da te.

Il tramonto sta per fare capolino: per un cocktail informale sarà perfetto un morbido calzone in seta coloratissima abbinato ad una scanzonata espadrillas con la zeppa in corda ed a una camicia rigorosamente bianca in cotone leggero o seta trasparente. Il tocco finale lo regala un bolerino sgargiante. Il trucco è deciso e quasi impreciso nei contorni. Bracciali ad adornare i polsi ed orecchini che incorniciano il volto.
Nella tua città come a Montmartre.

La notte riserba delle sorprese? Per non trovarsi impreparate meglio ricorrere all’accattivante look Lolita, con cortissime minigonne a vita alta, in contrasto alla più maschile delle canotte a spalla larga, adornata con collane in perle miste a passamanerie in seta - doveroso omaggio all’immancabile stile Chanel - e innalzando quindi la figura con un blazer destrutturato black, red o white, purché maschile e molto molto discinto. Tacchi altissimi e stondati, il trucco deciso ed il rossetto rigorosamente rouge.


Bene amiche di MRS: ora chiudete gli occhi ed immaginate di passeggiare su e giù per gli Champs Elysées, annusando ogni piccola particella dei profumi che essi emanano. Pensate che se ne avete voglia potrete prendere il sole con gli occhi chiusi o mangiare un Croque Monsieur ai giardini della Tuilerie quando tutto il mondo corre veloce, tranne in questi luoghi.
 
E ancor avete tempo per un break al Cafè de dous Moulins, reso celebre da Amelie; passeggiando poi senza sosta arriverete al celeberrimo Moulin Rouge immergendovi totalmente nelle atmosfere particolari de “Le Pigalle”. Di notte, quando tutto tace, fate parlare l’Operà, dove un tempo le carrozze arrestavano la propria corsa per far scendere belle donne rosashokking, di tanti e tanti anni fa…
Tag:  Parigi, look, Chanel, Champs Elysées, Moulin Rouge

Commenti

18-05-2011 - 08:48:45 - silvia
Bonjour, cara dea, che ne dici di un bel blazer nero appositamente creato da H&M per la linea "Champs-Elysées"? anche se non è firmato Louis Vitton...c'est pas grave! :-))
18-05-2011 - 16:22:49 - anonimo
conosco qualcuno che anziché Champs-Elysées preferirebbe un giro per le vie di Oberkampf a cercare videogiochi anni 80 ..
19-05-2011 - 08:38:13 - Louise
Che meraviglia Parigi...
19-05-2011 - 09:53:58 - Affranta
Sono andata nello store di VUITTON e c'erano orde di Giapponesi che acquistavano qualsiasi cosa... Questo mondo non è per niente giusto.
19-05-2011 - 11:09:06 - Dany
Paris .. non ci sono parole abbinamenti perfetti my favourite shopping consultant ..
19-05-2011 - 14:04:38 - Antonella
brava DEA .. glam come sempre
19-05-2011 - 14:09:21 - stefa
ahhhhhh j'adore!!!!!!!!!!
07-06-2011 - 09:17:08 - Betty
Splendido come sempre Dea!!!!!!!!!!
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni