Login
2010. LA PROFEZIA E' SERVITA! venerdì 16 aprile 2010
Assoetica
         
  Riduci

2010. LAPROFEZIA È SERVITA!
A cura di Rossella Canevari
 
 
 
Ormai, superata la soglia del 2010, Nostradamus e quelle bibliche sono superate. L'ultima novità in materia di profezie apocalittiche&co. riguarda il 2012. Impossibile non averne sentito parlare. Internet è invaso dalle nefaste visioni che, secondo il calendario Maya, si verificheranno il 21 dicembre 2012. E' uscito persino il film “2012”, a dire il vero “catastroficamente” scontato, girato da Roland Emmerich nel 2009 e interpretato, tra gli attori principali, da John Cusac e Denny Glover.
 
Intanto il popolo della New Age, supportato dalle migliaia di oroscopi che riempiono riviste e siti, addita la suddetta data come l'inizio dell'era dell'acquario, un'era prospera ma di profondo cambiamento spirituale. Un nuovo inizio, insomma, per coloro i quali hanno deciso di scegliere la strada della consapevolezza e di abbandonare i barbari usi fortemente materiali che accomunano noi uomini e donne occidentali, rispetto al mistico mondo a oriente del globo. Parlano di spostare il baricentro della nostra vita verso valori che poco hanno a vedere con ricchezza, potere e possesso, ossia i perni dell'esistenza della vita media di uno qualsiasi di noi. Noi, che siamo nati sotto la stella del consumismo e del mito del successo, di tutti quegli usi e costumi che purtroppo stanno distruggendo il naturale ecosistema del pianeta con tutte le infauste conseguenze che ben conosciamo.
 
Personalmente non credo alle profezie catastrofiche che intimano la fine di un'era e, giocando sullo spettro della paura, indicano la strada giusta da seguire. L'ingegno umano nel ventunesimo secolo, lontano ormai dai secoli bui del passato, può fare di meglio. Come agire mosso da una consapevolezza interiore, invece che da una coercizione esterna.
 
Tra le varie versioni, si dice che i profeti, quelli conosciuti storicamente, fossero viaggiatori del tempo, alla ricerca di visioni che potessero aiutare chi li avrebbe seguiti nel corso della storia. È sotto questa luce, infatti, che condivido il bisogno delle profezie, in quanto strumenti di pensiero positivo, elaborazione di sogni, progetti e desideri che ci aiutino a vedere la parte migliore del futuro e a iniziare a lavorare per realizzarlo. Perché l'umanità e tutti noi, abbiamo bisogno di credere, di essere parte di un evento storico che lasci il segno, iniziando ad essere il cambiamento che sogniamo per il nostro mondo, come diceva il grande Mahatma Ghandi.
 
È con questo augurio, ovvero che ciascuno di noi inizi proprio ora, dalle piccole cose, ad essere il cambiamento che sogna per il mondo, magari scrivendo sui fogli virtuali di questo magazine rosashokking, che vi lascio non senza una profezia.
 
Senza dover viaggiare troppo in là nel tempo, posso garantirvi che il 2010 sarà finalmente un anno sorprendentemente rosashokking. Prevedo che tutti voi che in questi tre anni, nonostante le avversità, ci avete creduto e che avete contribuito alla nostra e vostra crescita, inizierete a raccogliere i frutti del vostro lavoro. E sarà solo l'inizio di un viaggio che ci porterà tutti insieme, come una vera famiglia allargata, molto lontano da dove siamo partiti. Prevedo che rimarrete sorpresi dall'ardimento dei luoghi in cui arriverete e arriveremo a spingerci. Prevedo che tutti noi, non solo verremo ascoltati, ma riusciremo anche a dare il nostro aiuto, con i nostri mezzi, a chi ne ha davvero bisogno, cosa che al solo pensiero mi riempie di gioia.
 
Ecco fatto, Ipse Dixit. Coraggio dunque! Siete pronti? Ciascuno ai propri posti? Cinture allacciate? Ve la sentite di iniziare a vivervi il meglio? Sicuri di essere pronti? Nessun ripensamento? Bene, perché da questo momento in poi, tutto comincerà a cambiare e una volta superata la soglia, sarà impossibile tornare indietro. Quindi, signore e signori, diamo inizio alle danze! E che 2010 rosashokking, sia!
         



Copyright (c) 2000-2006
DotNetNuke® is copyright 2002-2010 by DotNetNuke Corporation