Login
E vissero felici e contenti… venerdì 16 aprile 2010
Assoetica
         
  Riduci

E VISSERO FELICI E CONTENTI…
A cura di Anna Battaini
 
 
Da piccola pensavo che il principe azzurro giungesse al galoppo su un cavallo nero.
Sono sempre andata controtendenza io, anche riguardo alle fiabe.
Lo immaginavo dirigersi sotto la loggia dove la castellana lo attendeva dipanando splendidi tessuti in seta sull'arcolaio.
 
Oggi siamo nel ventunesimo secolo. Le lettere d'amore vergate da pennini intinti nell'inchiostro di un calamaio e sigillate con la ceralacca, hanno ceduto il passo agli sms e alle finestre pop-up delle chat, costellate da emoticons e acronomi atti a camuffare la lenta, seppure incessante, agonia del romanticismo. Il rapporto di coppia si è invece evoluto. E' l'era delle famiglie allargate, dei Pax, dei matrimoni gay, delle unioni miste e di quelle di fatto… Coppie che si affiancano e coesistono perfettamente con quelle tradizionali. E i principi azzurri?
 
Il principe non scorrazza più per le sue terre in sella al cavallo, ma a bordo di un moderno trattore. E la castellana, riposto in soffitta l'arcolaio, ha sposato la filosofia Rosa Shokking e si destreggia con abilità tra un lavoro a tempo pieno come restauratrice, l'educazione delle figlie e la pubblicazione di prontuari di cucina ispirati alle ricette delle antenate. Una di queste ha vinto alla fine degli anni ‘50 il Mestolo d'Oro, importante riconoscimento dato alle migliori e più innovative ricette italiane dell'epoca. I principi del ventunesimo secolo, pur sempre legati ai valori e le tradizioni del passato, sono al passo con i tempi.
 
Se non mi credete potete organizzare una gita al Castello di Porcia, piccolo borgo in provincia di Pordenone dove risiedono Guecello e Valeria. Prima di scegliere la data, però, vi consiglio di visitare il sito internet www.porcia.com, dove troverete tutte le informazioni relative all'azienda agricola, alla produzione dei vini, i premi conseguiti, oltre il calendario degli eventi che comprende un ciclo di weekend enogastronomici, durante i quali è possibile abbinare assaggi di salumi tipici della zona a degustazioni di ottimi vini tra i quali: Merlot, Malbeck, Cabernet, Tocai, Verduzzo, Traminer e Sauvignon. Per gli amanti della grappa suggerisco inoltre un assaggio di quella di Pinot a 40° e di Refosco a 45°.
 
E' anche possibile compiere una visita virtuale alla tenuta ciccando
 
Nel 2009 Valeria e Guecello hanno personalmente curato la pubblicazione de "Il credenziere del Castello di Porcìa", un saggio che racchiude ricette di cucina tramandate nel corso dei secoli, unitamente a consigli sulla decorazione della tavola, i cui proventi saranno devoluti in beneficenza.
 
Valeria ha voluto regalare una ricetta alle donne Rosa Shokking. Le altre potete trovarle nel volume (edito da Euro 92 Editoriale).
 
Risotto allo Spumante:
Ingredienti per 4 persone: Riso, Burro, Olio, Cipolla, Brodo, Midollo, Spumante secco, Parmigiano.
Soffriggere un etto di burro, un po’ di olio e una cipolla.
Togliere la cipolla e mettere nel tegame 4 etti di riso. Nel momento in cui è assorbito il burro aggiungere il brodo. A metà cottura un pezzo di midollo. Quando è quasi cotto un bicchiere di vino spumante secco, mantecarlo bene con un altro pezzo di burro e parmigiano a piacere. E' particolarmente indicato con una spolverata di tartufo.
         



Copyright (c) 2000-2006
DotNetNuke® is copyright 2002-2010 by DotNetNuke Corporation