Login
LA COPPIA SCOPPIATA 1 E 2 venerdì 16 aprile 2010
Assoetica
         
  Riduci

SALUTE E BELLEZZA ROSASHOKKIG
della Premiata Erboristeria
A cura del Dottor Giuseppe Giordano
 
LA COPPIA SCOPPIATA 1
Strade divise o botto da paura?
 
 
Il disagio di vivere porta a tante possibilità. In primo luogo allo stress, che normalmente viene considerato fonte primaria di disagio e disturbi di vario genere. Senza considerare che esso potrebbe essere solo il risultato di cattivi approcci alla vita. Ma per parlare di questi argomenti bisognerebbe avere chiare le componenti con i loro valori, in ordine di importanza rispetto alla migliore salute fisica, mentale e relazionale.
 
Non viviamo isolati e soli: ogni cosa che ci riguarda può avere risvolti che influiscono sulla qualità della vita altrui o, per lo meno, può interessare direttamente od indirettamente vicende ed eventi che riguardano persone vicine o lontane a noi. La persona che è incaricata di consegnarmi un pacco contenente merce che ho acquistato via internet, se ritarda nella consegna, potrebbe crearmi un danno. Tale prodotto, infatti, io devo venderlo a mia volta per accrescere il reddito della mia attività, ma potrei perdere la vendita in caso di ritardo nella consegna, perché il cliente occasionale difficilmente ritorna… E se questo fosse stato il regalo per un anniversario, peggio ancora se di matrimonio?
Già i maschi hanno la nomea di distratti ed insensibili. Quindi chi potrebbe sperare di sentire riconosciute le proprie ragioni di fronte ad una vicenda così ipotizzata?
Aggiungiamoci pure un decorso rallentato all’inverosimile, dato dall’accumulo di un ritardo alla partenza, per il passaggio lentissimo della transizione di pagamento …
 
Prevenire e prevedere è sempre meglio: anche quando si è fatto di tutto per evitare ciò che non si desidera.
 
Arancio e lavanda, verbena e tiglio per tenerci calmi e sereni, disponibili sempre all’ascolto ed alla comprensione: chi ci è vicino ogni giorno ci richiede le stesse attenzioni che riserveremmo alle persone amiche cui teniamo e magari trattiamo con maggiori attenzioni sia per l’affetto che ci lega che per la sporadicità degli incontri; abitudine e vicinanza non devono far rima con un atteggiamento frettoloso e scontato.
Certo che la consapevolezza e la disponibilità non si improvvisano: si impara a costruirle giorno per giorno, momento dopo momento.
La disponibilità e l’attenzione che cerchiamo, sono le prime cose che dobbiamo saper offrire.
Per la prontezza e la concentrazione necessarie, il ginseng, la rodiola, il biancospino o eleuterococco e guaranà sono le scelte di aiuti utili secondo necessità individuali.
 
Il segreto di una coppia “che tiene”, è la tolleranza che nasce dalla più profonda reciproca conoscenza, dalla fiducia e dalla stima tra i due. E da tanta “tisana della buona compagnia”!
 
 
 
 
 
LA COPPIA SCOPPIATA 2:
ignorarsi e sopravvivere?
 
 
 
Ma non è vita quando ci si fa sopraffare da altri!
 
La nostra vita deve avere i suoi spazi, con momenti per ognuna delle cose che ci piace coltivare ed ogni persona con cui vogliamo condividere interessi ed esperienze.
Stress ed adrenalina in eccesso possono essere contrastati con le tisane giuste: anche se le cattive presenze intorno a noi, non possono essere eliminate per rispetto alla vita, forti delle nostre ragioni possiamo sempre educare al miglioramento queste persone, iniziando con un sorriso.
 
Gandhi è stato un esempio splendido di come si possa essere forti e determinati, quando ci si arma di un sorriso: parliamo della tenerezza del tiglio e della passiflora, della morbidezza dell’arancio e della lavanda, della delicatezza della melissa e dell’escolzia.
Madre Teresa e Giovanni Paolo II, hanno dato esempio di determinazione ed assiduità, coerenza e perseveranza, resistenza e tenacia: ginseng ed eleuterococco, polline e liquirizia, anice e menta, magnesio e calcio (insieme, si metabolizza meglio il magnesio) per il miglior supporto alla nostra validità.
 
Essere mite non significa rinunciare alle proprie convinzioni o non manifestare carattere: significa interpretare la vita apprezzandone i lati migliori, in tutte le sfumature della dolcezza, della gioia e della serenità.
Sembra difficile vivere in questo modo, ma non è impossibile: certo bisogna lavorare molto nel coinvolgere le persone in questa filosofia, ma se iniziamo a condividere noi questo modo di vivere gli altri per emulazione ci seguiranno quando si renderanno conto che noi siamo più felici.
 
Dimostriamoci attenti all’ascolto e cerchiamo di indicare il miglior percorso per la verità.
 
Fianco a fianco, ascoltando musica o guardando un bel paesaggio, talvolta ci si racconta l’un l’altro molto più che in un discorso di cento parole.
 
 
Buona tisana a voi.
dr Giuseppe Giordano, erborista
tel 039-025454063  -cell  039-3284794834
erboristeria LA CAMOMILLA sas
viale Montenero 13-15 - Milano
         



Copyright (c) 2000-2006
DotNetNuke® is copyright 2002-2010 by DotNetNuke Corporation