LOBBYING ROSASHOKKING...

Signore e signori, benvenuti nel Nuovo Mondo Rosa Shokking

di Rossella Canevari

Pubblicato sabato, 1 maggio 2010

Rating: 4.7 Voti: 29
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Buongiorno a tutti e soprattutto Benvenuti nella nuova versione del portale online MRS.
Mondo Rosa Shokking, come si evince dal nome, è un magazine settimanale, pensato per e indirizzato a un pubblico femminile che ama navigare, sognare, divertirsi, ma anche essere informato. Un pubblico che sa apprezzare il serio ed il faceto e che cerca sulla rete un tipo di svago e di notizie libere dalle solite logiche di potere e dalle solite firme. Un giornale libero dagli stessi editori di sempre.

Se comunque questi concetti, tanto semplici quanto innovativi, non vi avessero convinto e non fossero sufficienti a dare una risposta alla domanda “Si sentiva realmente l'esigenza di un altro magazine femminile, nello sterminato panorama di quelli esistenti, tutti simili tra loro?”, ebbene, proseguo nel raccontarvi le mie motivazioni e quelle di tutta la redazione rosashokking che, insieme a me, lavora alacremente da mesi per dar vita a questo luogo virtuale, ad una rivista che ha tutte le caratteristiche per essere considerata una Lobby Rosa Shokking.

MRS nasce da un libro, Voglio un Mondo Rosa Shokking, pubblicato nel 2007 per la Newton Compton, che racconta una storia italiana, in particolare milanese, mediamente comune per le donne di oggi. Nel romanzo, infatti, si parla della mancanza di pari opportunità nel lavoro e nella società in generale, della mancanza di flessibilità e ammortizzatori sociali a scapito di giovani e donne, di mercificazione del corpo femminile in televisione, della mancanza di politiche di sostegno nei confronti della famiglia. Tutto raccontato però in modo ironico e allegro, senza acrimonia e in modo costruttivo.

Il libro è stato scritto nel 2006 e in quattro anni è ancora, purtroppo, molto attuale. Poche donne in parlamento, poche donne ai vertici delle aziende e con stipendi non equiparati ai colleghi maschi, pochi asili nido e troppo cari, giornali e programmi tv che mostrano modelli di donne-corpo che non parlano ma si esibiscono ed obbediscono senza protestare.

Molte riviste, come la televisione, ci propongono infatti modelli che non corrispondono - se non in minima parte - alla realtà delle donne del terzo millennio: donne che studiano, che lavorano, che fanno carriera, ma che hanno anche figli e li allevano. Donne che sfruttano le potenzialità della rete, donne curiose, duttili, determinate, consce della loro femminilità e del loro potere. Donne che sempre più spesso fanno paura a quegli uomini che non sono ancora pronti a cambiare i modelli, i criteri di giudizio, i parametri di valutazione.

Ecco dunque perché l'Italia ha bisogno di riviste come MRS: per dare voce a tutto quel pubblico femminile e maschile “evoluto”, lo stesso pubblico che non si ritrova – solo - nei modelli proposti dai media. E che nell'informazione cartacea, molto spesso, difficilmente trova espresso il proprio punto di vista.

Questo spazio virtuale sarà interattivo, libero, privo di sterili polemiche, e al contempo ironico e divertente. Leggero, anche di quella “leggerezza insostenibile” che, come diceva Kundera, permea l'essere e permette di penetrare il tessuto profondo delle cose.
Tag:  riviste femminili, Voglio un mondo rosa shokking, Rossella Canevari, MRS, libertà d'espressione

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni